Yeeply da oggi parla italiano: un nuovo modo per farsi notare nel mondo dello sviluppo

09 giugno 2013 di Giuseppe Migliorino in Dev

Yeeply è, per chi ancora non la conoscesse, la prima piattaforma di incontro tra domanda e offerta di applicazioni mobile che agevola l’incontro tra gli sviluppatori non molto abili nel rendersi visibili nel mercato da una parte e le imprese dall’altra che hanno l’esigenza di scegliere il miglior progetto al minor costo.

DEVICES

Yeeply inaugura oggi la pagina web in italiano potendo cosí mettersi in relazione con tutti gli sviluppatori di applicazioni mobile e le aziende, siti in Italia, con progetti offrendo loro una struttura già consolidata in Spagna e paesi latino ameiricani.

Questa pagina come tutta la struttura italaina vinene supervisionata da Marco Traversi, direttore espansione in Italia, giovane 27enne che dopo una formazione universitaria in banca, borsa e assicurazione decide di trasferirsi dalla Santander consumer bank sede nazionale a Torino a Valencia per unirisi al team di www.yeeply.com/it.

Ma che cos’è Yeeply?

Yeeply è una startup formata da un team di giovani spagnoli dalle spiccate capacitá informatiche e imprenditoriali, sorta, come le piú celebri startup internazionali, all’interno dell’ambiente universitario e più precisamente di quello dell’ Universitat Politecnica di Valencia. Il progetto nasce nel 2012 il 7 Novembre…. per aiutare gli sviluppatori informatici di Spagna molto capaci nel loro lavoro ma non molto abili nel rendersi visibili e le pmi imprese che possono disporre di un ampia platea di tecnici da cui attingere i servizi di cui hanno bisogno per innovarsi riuscendo a trovare la migliore idea.

Chi sono i componenti?

Sono quattro giovani imprenditori dei quali due curano la parte di comunicazione strategia e marketing e gli altri due della creazione e supervisione tecnica della piattaforma. Facendo i nomi troviamo: Luis Picurelli (CEO), Hector Badal (COO), Borja Fernández Pareja (CIO), Fernando Cano
Capdepon (CTO).

Perchè in Italia? Fra i paesi in cui approdare é stata scelta l’Italia poichè il mercato è ancora vergine la maggior parte delle PMI non conosce le potenzialitá delle apps o semplicemente non ha il coraggio o gli strumenti per avviare una rivoluzione tecnologica all’interno della loro struttura. Quindi Yeeply ha trovato logico e doveroso l’ingresso in un mercato come questo che necessita di una mano nell’unire i tanti freelancers già esistenti ma obbligati a guardare oltralpe per lavorare e  la miriade di PMI che non hanno idea di come sfruttare le opportunità tecnologiche.

Yeeply é stata inclusa nel progetto Plug and Play acceleration, programma marchiato Silicon Valley alla riucerca di promettenti start up ad alto valore tecnologico per agevolarne l’incontro con investitori e costruire importanti partnership.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.

L'utilizzo del contenuto di questo articolo è soggetto alle condizioni della Licenza Creative Commons. Sono consentite la distribuzione, la riproduzione e la realizzazione di opere derivate per fini non commerciali, purché venga citata la fonte.