Touch ID sotto il display, Apple studia nuove alternative

Apple non sembra aver abbandonato l'idea di un Touch ID sotto il display, come conferma un nuovo brevetto pubblicato oggi.

L’Ufficio Brevetti degli Stati Uniti ha approvato un nuovo brevetto Apple relativo alla tecnologia Touch ID sotto il display.

touch id display

Poter sbloccare un iPhone o un iPad con le impronte digitali, toccando semplicemente lo schermo del dispositivo. Questa è l’idea di Touch ID brevettata da Apple, malgrado l’azienda abbia da tempo eliminato questa funzione dagli iPhone e iPad di fascia alta

La crisi del coronavirus ha reso il Face ID un metodo molto meno efficace e più scomodo per sbloccare un iPhone, visto che, malgrado qualche accorgimento inserito su iOS, generalmente il volto non viene riconosciuto quando indossiamo una mascherina. Inoltre, in passato l’ex responsabile design di Apple Jony Ive ha più volte ripetuto che l’obbiettivo finale di Apple è quello di realizzare un iPhone con design a “singola lastra di vetro“.

Per farlo, le alternative sono due: o creare una tecnologia che permetta di nascondere sotto il display i sensori del sistema TrueDepth, oppure ritornare al Touch ID, ovviamente integrandolo sotto lo schermo. Fino ad ora, questa seconda ipotesi sembra quella più percorribile, funzionale ed economica.

Nell’ultimo brevetto, Apple mostra una tecnologia in grado di attivare il riconoscimento delle impronte digitali su qualsiasi punto dello schermo. Questo significa che l’utente non si deve preoccupare di premere un punto specifico per attivare il riconoscimento, visto che basterà toccare semplicemente lo schermo.

Come spiega Apple, questa tecnologia non solo renderebbe più facile sbloccare un telefono, ma potrebbe rendere l’autenticazione in-app un’esperienza molto più fluida.

Quando un sensore di impronte digitali è integrato in un dispositivo elettronico o dispositivo host, ad esempio, può essere desiderabile eseguire più rapidamente l’autenticazione, in particolare durante l’esecuzione di un’altra attività o un’applicazione sul dispositivo elettronico. In altre parole, in alcuni casi potrebbe non essere desiderabile che un utente esegua un’autenticazione in una fase separata, ad esempio passando da un’attività all’altra per eseguire l’autenticazione.

In questo modo, sarebbe anche possibile sbloccare le app semplicemente cliccando sulla relativa icona. Attivando il riconoscimento delle impronte digitali su qualsiasi punto dello schermo, una futura versione di iOS sarebbe in grado di riconoscere l’utente autorizzato anche nel momento in cui viene lanciata l’app dall’icona della schermata Home, rendendo l’esperienza d’uso molto più veloce e fluida.

Come sempre, dobbiamo ricordare che si tratta solo di un brevetto, ma di fatto Apple sta ancora studiando sistemi avanzati per integrare il Touch ID sotto lo schermo.

Brevetti