WWDC 2020, quali novità saranno presentate?

A poche settimane dalla WWDC 2020, scopriamo quali potrebbero essere le principali novità presentate da Apple.

Quella del 22 giugno sarà una WWDC molto particolare, visto che sarà la prima interamente virtuale a causa della pandemia di COVID-19 e delle relative restrizioni imposte agli eventi pubblici. Malgrado questo, ci attendiamo tantissime novità a livello software, con qualche sorpresa hardware…

memoji MacBook

Per gli utenti, la WWDC è soprattutto il keynote di apertura, quello in cui Apple presenta tutte le novità tra iOS, macOS, watchOS e così via. Per gli sviluppatori, la conferenza dura diversi giorni (quest’anno dal 22 al 26 giugno) con sessioni organizzate da esperti Apple e relative proprio alle novità delle varie beta. Quest’anno, sia l’evento iniziale che tutte le sessioni successive saranno disponibili solo ed esclusivamente online. Di fatto, però, i contenuti e le novità saranno sempre tante e Apple farà di tutto per offrire un’esperienza ricca di contenuti soprattutto per gli sviluppatori.

Rimane la curiosità di capire come sarà organizzato il keynote di apertura, magari con il solo Tim Cook a presentare velocemente le varie novità, oppure con la solita scaletta ricca di dettagli.

Quali novità presenterà Apple?

Hardware

apple airtag

Negli ultimi anni, Apple ha dedicato la WWDC quasi esclusivamente alle novità software, ma visto il momento particolare e l’attenzione che sarà rivolta a questo evento, non escludiamo qualche novità anche hardware. Già nel 2019, Apple diede un primo assaggio del Mac Pro che sarebbe stato rilasciato qualche mese più tardi, per cui la curiosità è tanta anche per quest’anno.

Apple potrebbe annunciare ufficialmente il passaggio dai processori Intel ai processori ARM sulla gamma MacBook Pro, in modo da preparare gli sviluppatori a questa importante migrazione che riguarderà anche Xcode. I primi modelli ARM potrebbero infatti arrivare nel 2021, prima della WWDC del prossimo anno.

AGGIORNAMENTO: Apple potrebbe presentare e lanciare anche nuovi iMac con design totalmente rinnovato.

Più probabile il lancio dell’AirTag, ormai atteso da mesi. Questi tag racchiuderanno molta tecnologia avanzata in un pacchetto decisamente piccolo costituito da un pezzo circolare bianco con un logo Apple. All’interno troviamo i chip Bluetooth LE, NFC, un altoparlante per facilitare la localizzazione e una versione ridotta di iOS. L’associazione con l’account iCloud di un utente verrà effettuata per prossimità, proprio come gli AirPods. Il chip NFC può essere utilizzato quando si trova un tag in modo che un utente possa scansionarlo toccandolo con il proprio telefono per ottenere informazioni e aiutare a contattare il proprietario. Gli utenti riceveranno una notifica quando l’oggetto su cui è attaccato il tag supera una certa distanza rispetto all’iPhone. Con l’app Dov’è sarà anche possibile visualizzare la sua posizione o attivare l’emissione di un suono acustico per individuare facilmente l’oggetto smarrito. Infine, con la “Modalità smarrita,se un altro utente iPhone si imbatte nell’oggetto perso sarà in grado di visualizzare le informazioni di contatto del proprietario per contattarlo via telefono o SMS.

iOS 14 e iPadOS 14

widget iOS 14

Protagonisti indiscussi della WWDC 2020 saranno iOS 14 e iPadOS 14. Nelle ultime settimane sono trapelate alcune possibili novità come:

  • Nuova schermata Home con vista elenco
  • Possibilità di utilizzare i widget all’interno della schermata Home
  • Nuove impostazioni e personalizzazioni per gli sfondi, con possibilità di organizzarli in categorie e di visualizzare anche wallpaper di terze parti nel menu Impostazioni
  • Nuove funzioni Accessibilità con avvisi tattili collegati a particolari allarmi e accessori HomeKit
  • Nuova app Fitness, con video guide sugli allenamenti
  • Menzioni, cancellazione messaggi inviati e altre novità su iMessage
  • Miglioramenti per Siri
  • Supporto migliorato per mouse e trackpad su iPad Pro
  • Novità specifiche per iPadOS 14 legate alla produttività
  • Funzione OCR su iPadOS 14 per digitalizzare i testi scritti a mano
  • Funzione di disegno che supporta il “Riempimento magico“. Con questa novità, sarà possibile consentire agli utenti di disegnare una forma con la Apple Pencil che viene poi completata da iPadOS
  • Nuova app AR, che consentirebbe di ottenere maggiori informazioni sul mondo circostante
  • Nuove opzioni in Apple Maps per i servizi Genius Bar e i punti di interesse
  • CarKey, funzione che permetterà di utilizzare gli iPhone come chiavi digitali nelle auto compatibili
  • Traduzione automatica dei siti Web su Safari

iOS 14 dovrebbe essere compatibile con tutti gli iPhone su cui è possibile installare iOS 13.

macOS 10.16

Anche su macOS 10.16 dovrebbe arrivare la funzione di traduzione automatica su Safari, insieme alle novità che abbiamo già visto per Siri e iMessage. Un’altra novità potrebbe essere l’app Siri Shortcut (Comandi) ottimizzata per macOS, che permetterebbe di automatizzare una serie di operazioni con un click o direttamente tramite comandi vocali.

I singoli comandi potrebbero essere sincronizzati su iOS e macOS per una perfetta interoperabilità.

watchOS 7

Come per macOS, anche per watchOS 7 sono trapelate poche novità. Apple dovrebbe continuare la strada della maggiore autonomia dell’Apple Watch rispetto all’iPhone. whatcOS 7 integrerà almeno 3 nuovi quadranti da poter installare su Apple Watch. Inoltre, Apple sta sviluppando una nuova funzionalità per la condivisione dei quadranti tra gli utenti, con ogni singolo quadrante che sarà gestito come un file unico.

watchOS 7 poterà un enorme aggiornamento per i genitori e il controllo dei più piccoli. Apple sta sviluppando una funzione che permette di  configurare e gestire un Apple Watch per i bambini utilizzando l’iPhone di un genitore. Un singolo iPhone può già essere attivato e associato a più Apple Watch, ma è possibile utilizzare un solo orologio alla volta e ogni orologio è legato allo stesso account dell’iPhone.

Il controllo genitori su Apple Watch si estende ancora oltre con la funzione Schooltime, che consentirà ai genitori di gestire quali app e complicazioni possono essere utilizzate durante determinate ore come le ore di lezione a scuola.

Inoltre, sono attese novità relative al monitoraggio del sonno. Infine, il Control Center su Apple Watch dovrebbe includere anche nuovi interruttori per la modalità Sleep e il rilevamento del rumore.

Quando?

Tutte le versioni dei nuovi sistemi operativi dovrebbero essere rilasciate in beta a fine giugno. Il rilascio finale è atteso a fine settembre.Ovviamente, questi sono solo rumor e le novità, sia hardware che software, potrebbero essere tante altre.

E voi, cosa vorreste?

Approfondimenti