Arrivano i primi accessori compatibili con la rete “Dov’è” di Apple, AirTags ormai inutili?

Ha ancora senso attendere gli AirTags dopo l'apertura della rete Dov'è ai produttori terzi?

Con il Find My Network Accessory Program, i produttori di terze parti possono creare accessori compatibili con l’app Dov’è così da consentire agli utenti di rintracciare facilmente i propri oggetti.

apple accessori dov è

Ieri, Apple ha presentato una nuova versione dell’app Dov’è che permette di rintracciare anche prodotti di terze parti grazie alle capacità di localizzazione sicura e privata offerte dall’app Dov’è, composta da centinaia di milioni di dispositivi Apple.

Con il Find My Network Accessory Program, i produttori di accessori potranno integrare il servizio nei propri prodotti e permettere ai clienti di utilizzare l’app Dov’è per rintracciare anche altri oggetti. I prodotti approvati verranno aggiunti alla nuova tab Accessori all’interno dell’app e presenteranno la dicitura “Works with Apple Find My”, così da poter identificare chiaramente la compatibilità con la rete e l’app Dov’è.

Questa app permette di rintracciare facilmente i dispositivi compatibili, così come amici e  familiari, il tutto senza mettere a rischio la privacy degli utenti. La rete di Dov’è potenzia ulteriormente queste funzioni perché permette di localizzare i dispositivi anche se non sono collegati a internet o non possono farlo. Si tratta infatti di una rete di crowdsourcing composta da centinaia di milioni di dispositivi Apple, che usa la tecnologia wireless Bluetooth per rilevare dispositivi smarriti o nelle vicinanze, e poi segnalare la loro posizione approssimativa ai proprietari. Il processo è crittografato end-to-end e anonimo, visto che nessuno, nemmeno Apple o un altro produttore, può accedere alla posizione o ai dati del dispositivo.

I nuovi prodotti Belkin, Chipolo e VanMoof di cui parliamo in questo articolo sono compatibili con l’app Dov’è saranno disponibili nelle prossime settimane. Alcuni di questi come il nuovo Item Tracker One Spot di Chipolo offrono funzioni praticamente identiche a quelle dei futuri AirTags di Apple, che a questo punto diventano non inutili ma quasi. Che Apple abbia deciso di accantonare il progetto per puntare sulla nuova rete Dov’è aperta a tutti?

Auricolari SOUNDFORM Freedom di Belkin

SOUNDFORM belkin

I nuovi auricolari SOUNDFORM FREEDOM true wireless di Belkin sono i primi dispositivi audio non Apple a supportare la rete Dov’è. Gli auricolari vantano fino a 36 ore di autonomia, ricarica wireless Qi e resistenza al sudore e agli schizzi d’acqua.

I driver personalizzati attivano bassi profondi mantenendo i medi e gli alti molto equilibrati. Belkin assicura anche un’ottima qualità delle chiamate. Il dispositivo assicura fino a 8 ore di riproduzione non-stop, più altre 28 grazie alla custodia di ricarica. Il design dei nuovi auricolari ricorda gli AirPods e gli AirPods Pro di Apple: lo stelo assomiglia più ai normali AirPods, ma questo dispositivo offre auricolari intercambiabili come gli AirPods Pro.

Grazie al supporto con la rete Dov’è, puoi tracciare e individuare la custodia di ricarica utilizzando l’app su iPhone, iPad o Mac.

Gli auricolari SOUNDFORM  FREEDOM True Wireless saranno disponibili in bianco e nero al prezzo di 100$ a partire dal mese di giugno.

ONE Spot di Chipolo

chipolo iphone

Chipolo ha annunciato il nuovo item tracker ONE Spot che è uno dei primi dispositivi di questo tipo compatibili con la rete Dov’è di Apple. ONE Spot è progettato per funzionare esclusivamente con l’app ‌Dov’è‌ e offre uno sguardo dettagliato su come funzioneranno gli accessori ‌di terze parti e gli eventuali AirTags per rintracciare gli oggetti.

Si tratta di un semplice tag nero rotondo con un foro nella parte superiore per consentirne il fissaggio a diversi oggetti. Dal punto di vista del design, non è troppo diverso da quello che dovrebbe essere AirTags (tag piccoli, bianchi, rotondi), ma è anche una sorta di design generico già visto in passato con altri accesso simili.

ONE Spot potrà essere aggiunto all’app ‌Dov’è‌ utilizzando la scheda “Oggetti”, che è anche il punto in cui sarà possibile vederne la posizione. Puoi utilizzare ONE Spot con qualsiasi dispositivo, dalle chiavi ai portafogli fino ad apparecchiature costose come fotocamere e valigie. Chipolo descrive l’accessorio come molto leggero, resistente all’acqua e con una batteria sostituibile che dura fino a dodici mesi.

Nell’app Dov’è‌, ONE Spot sarà tracciabile su una mappa con l’ultima posizione nota elencata se questa è fuori portata. Sarai in grado di riprodurre un suono per trovare un dispositivo nelle vicinanze, ma l’accessorio può essere messo in modalità smarrito, proprio come avverrà con gli ‌AirTags.

In modalità smarrito, la rete “Find my”, composta da milioni di iPhone, iPad e Mac, può essere utilizzata per scopi di tracciamento e consentirà al proprietario dell’oggetto di sapere se il suo dispositivo è stato individuato. Se ONE Spot viene trovato da qualcuno diverso dal proprietario, quella persona può utilizzare l’app Dov’è‌ su iPhone per identificare l’utente ed essere indirizzato a un sito Web che offrirà un messaggio e un numero di telefono così da poterlo contattare.

ONE Spot utilizza una crittografia avanzata per garantire che nessun altro sia in grado di visualizzare la posizione del tag, inclusi Apple e Chipolo. Apple richiede questo tipo di sicurezza per tutti gli accessori che richiedono la compatibilità con la rete Dov’è‌.

I tag di tracciamento di ONE Spot si collegano a un ‌iPhone‌ tramite Bluetooth, ma gli ‌AirTags‌ avranno l’ulteriore vantaggio del supporto Ultra Wideband che funzionerà con il chip U1 nei modelli iPhone 11, iPhone 12 e successivi. Il supporto della banda ultra larga consentirà un tracciamento più preciso rispetto al Bluetooth standard, soprattutto quando un oggetto viene perso nelle vicinanze.

ONE Spot di Chipolo non è ancora disponibile, ma uscirà a giugno. I prezzi saranno resi noti a breve.

Bicicletta VanMoof

vanmoof-hero

VanMoof ha annunciato il supporto alla rete Dov’è per le sue bici elettriche S3 e X3. Grazie a questa funzione, i proprietari delle e-bike VanMoof saranno in grado di utilizzare l’app per localizzare la propria bicicletta utilizzando la rete di dispositivi Apple.

Se non ricordi dove hai parcheggiato la bici o se qualcuno l’ha rubata, con l’app Dov’è potrai rintracciarla direttamente su mappa. Proprio come per gli altri oggetti, se qualcuno ritrova la tua VanMoof S3 o X3 in modalità smarrito, potrà contattarti andando su un apposito sito web Apple.

Le nuove VanMoof S3 e X3 saranno disponibili a breve al prezzo di 1998$, al momento solo negli Stati Uniti.

AirPods Max disponibili su

News