Steve Jobs spegneva il telefono per un motivo ben preciso

Quando Steve Jobs era irreperibile, i suoi collaboratori sapevano che si trovava in un luogo ben preciso.

Nel nuovo libro dell’ex assistente di Steve Jobs, Naz Beheshti, ci sono alcuni aneddoti molto curiosi sul co-fondatore di Apple.

steve jobs

Nel libro “Pause. Breathe. Choose: Become the CEO of Your Well-Being” si racconta che Steve Jobs non spegneva quasi mai il suo telefono cellulare. Se lo faceva, allora significava che probabilmente si trovava nel dipartimento di design industriale di Jony Ive, dove Jobs si recava per esaminare i prototipi dei futuri prodotti Apple.

Spesso, il personale Apple andava in tilt perché non si riusciva in alcun modo a rintracciare Steve Jobs, fin quando tutti iniziarono a capire che se il suo telefono era spento allora stava controllando qualche futuro dispositivo. Beheshti racconta che Steve Jobs amava rilassarsi andando nell’ufficio di Ive per guardare i mockup e i prototipi di futuri prodotti Apple, che lui chiamava “i suoi giocattoli”.

Perdevamo la testa cercando di metterci in contatto con lui, cercando di farlo venire ai meeting programmati. Ad un certo punto, eravamo costretti a chiamare l’ufficio di jony per chiedere il suo aiuto e convincere Steve a lasciare i suoi “giocattoli” e a venire agli incontri.

Steve trascorreva il suo tempo nell’ufficio di Ive per ridere, immaginare, creare e provare un rinnovato senso di libertà.

L’idea che i dipendenti Apple impazzivano per rintracciare Jobs fa sorridere, anche perché lui voleva avere il controllo su tutto e magari c’era bisogno della sua approvazione anche per inviare un semplice comunicato stampa.

Beheshti racconta anche come Jobs abbia mantenuto un equilibrio tra lavoro e vita privata:

C’è stato un grande malinteso su di lui e sul fatto che fosse un maniaco del lavoro o che fosse davvero difficile lavorare con lui. Sì, in alcuni casi era davvero così, ma per la maggior parte del tempo manteneva forti relazioni con collaboratori e dipendenti, e poi dedicava molto tempo a se stesso. Meditava, svolgeva attività fisica più volte a settimana e stava spesso con la sua famiglia.

Beheshti ha lavorato come assistente esecutivo di Jobs nel 1999 e nel 2000.

AirPods Max in sconto su

News