Tre anni di carcere per il ragazzo che entrò nel profilo Twitter di Apple

Dovrà trascorrere 3 anni in carcere l'hacker che entrò nel profilo Twitter di Apple.

Il ragazzo della Florida accusato di aver hackerato il profilo Twitter di Apple nel 2020 ha accettato un patteggiamento e dovrà trascorrere 3 anni in prigione.

apple hack twitter bitcoin

Insieme ad altri hacker, Graham Ivan Clark compromise gli account Twitter di oltre 130 aziende e personalità di spicco per incentivare all’acquisto di Bitcoin, riuscendo così a truffare diverse persone per un totale di 100.000 dollari. Il post pubblicato sul profilo Twitter di Apple invitava a inviare Bitcoin all’azienda:

Stiamo restituendo qualcosa alla nostra comunità. Supportiamo Bitcoin e crediamo che dovresti farlo anche tu!

Tutti i Bitcoin inviati al nostro indirizzo di seguito ti verranno rispediti raddoppiati! Ma solo per i prossimi 30 minuti!

Tra gli account violati c’erano anche quelli del CEO di Tesla Elon Musk, dell’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama, dell’ex CEO di Microsoft Bill Gates, del CEO di Amazon Jeff Bezos e dell’attuale presidente USA Joe Biden.

Clark si è dichiarato colpevole di tutte le accuse e ha patteggiato una pena di tre anni di carcere e tre anni di libertà vigilata. Poiché il ragazzo aveva solo 17 anni al momento dell’attacco, potrebbe avere diversi benefici e scontare parte della pena in un campo di addestramento militare. Inoltre, i termini del patteggiamento prevedono che Clark non potrà utilizzare alcun computer senza permesso e senza la supervisione delle forze dell’ordine per i prossimi sei anni.

Twitter scoprì che gli hacker avevano preso di mira i dipendenti di varie aziende tramite un attacco di phishing telefonico, inducendoli a pensare che stessero parlando con altri dipendenti Twitter per ottenere accesso ad alcuni strumenti interni della piattaforma.

Apple AirPods in sconto su

News