Tutte le cose NON PRESENTATE all’ultimo evento Apple

12 Settembre 2019 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

iPhone 11, Apple Watch Series 5, nuovo iPad e tante informazioni sui prossimi servizi Apple. Le novità nell’ultimo keynote non sono mancate, anche se i rumor avevano previsto anche altri prodotti o funzioni che probabilmente vedremo solo in futuro.

Apple Tag

La sorpresa più grande dell’ultimo evento Apple è stata l’assenza dell’Apple Tag, dispositivo che molti davano praticamente per certo. Su iOS sono presenti riferimenti a questo prodotto, per cui è probabile che Apple abbia solo deciso di posticiparne la presentazione magari in autunno, durante un possibile evento dedicato ai nuovi iPad Pro e ai nuovi MacBook.

Questi tag sarebbero serviti a rintracciare qualsiasi oggetto a cui erano collegati, dalle chiavi al portafoglio. Gli utenti avrebbero ricevuto una notifica quando l’oggetto su cui è attaccato il tag superava una certa distanza rispetto all’iPhone. Con l’app Dov’è sarebbe stato anche possibile visualizzare la sua posizione o attivare l’emissione di un suono acustico per individuare facilmente l’oggetto smarrito.

Se gli utenti non riescono a trovare un elemento, possono inserire il tag in una “Modalità smarrita. Con questa modalità attiva, se un altro utente iPhone si imbatte nell’oggetto perso, sarà in grado di visualizzare le informazioni di contatto del proprietario per contattarlo via telefono o SMS. Quando una persona estranea si imbatte in un oggetto smarrito, il proprietario riceverà una notifica su iPhone.

Noi crediamo che questo Apple Tag arriverà comunque molto presto.

Ricarica bidirezionale

A pochi minuti dall’evento Apple, diverse fonti avevano già preannunciato la mancanza di questa funzione di cui tanto si era parlato nelle settimane precedenti. Con questa funzione avremmo potuto sfruttare gli iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max per ricaricare Apple Watch e AirPods sul retro dei dispositivi. Secondo Kuo, Apple voleva effettivamente integrare la ricarica bidirezionale su questi iPhone, ma i risultati raggiunti non soddisfacevano gli alti standard voluti dall’azienda.

Se ne riparlerà con gli iPhone 2020.

Supporto alla Apple Pencil

Qui c’erano meno dubbi ed infatti i nuovi iPhone non supportano e non supporteranno la Apple Pencil, nemmeno sul modello più grande da 6.5 pollici.

E tu, avresti usato una Apple Pencil su iPhone?

Sleep Tracking su Apple Watch

In tanti attendevano l’integrazione di questa funzione su Apple Watch Series 5, anche perché in watchOS 6 sono stati trovati diversi riferimenti al monitoraggio del sonno. Anche in questo caso, sappiamo che Apple ci sta lavorando e non è escluso che questa funzione venga comunque abilitata sui nuovi Apple Watch con un futuro aggiornamento.

La nuova funzionalità (nome in codice “Burrito“, internamente chiamata “Time in Bed tracking“) consentirà agli utenti di indossare l’Apple Watch a letto per monitorare la qualità del sonno. Se l’utente ha più di un Apple Watch, potrà impostarne uno come specificamente dedicato a questa funzione. Maggiori info qui.

Storage minimo da 128 GB

Basta con i tagli da 64GB su iPhone! Questo è il pensiero che accomuna tanti utenti che speravano di avere un modello base da 128GB, visto che ormai non ci vuole molto a superare la soglia dei 64. Niente da fare, anche iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max hanno un modello base da 64 GB.

Tacca più piccola

Anche in questo caso le speranze erano minime: i nuovi iPhone sono identici ai modelli precedenti anche per quanto riguarda le dimensioni della tacca sul display frontale.

Nuova Apple TV

Insieme all’ufficializzazione dei prezzi di Apple TV+ (4,99€ al mese), in tanti si aspettavano il lancio di una nuova Apple TV con processore più potente in grado di gestire al meglio i giochi che usciranno su Apple Arcade. Probabile che questo nuovo modello venga presentato in autunno.

E tu, cosa avresti voluto vedere?

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.