Tim Cook salta al 69° posto nella classifica dei migliori CEO

19 giugno 2019 di Giuseppe La Terza

Il CEO di Apple, Tim Cook, martedì è apparso ancora una volta nella classifica dei migliori 100 CEO in America di Glassdoor, segnando la sua settima apparizione consecutiva nella classifica annuale.

Tim Cook ha ottenuto un punteggio medio di approvazione del 92%, che gli ha permesso di conquistare la posizione numero 69 nella classifica di Glassdoor, in netto aumento rispetto alla posizione numero 96 dell’anno scorso. In Canada, invece, raggiunge il 17° posto con un’approvazione del 94%. Il miglior risultato di Cook fu nel 2016 quando raggiunse la posizione numero 8 con una percentuale di approvazione del 96%.

Come rilevato da CNET, Cook è tra i 27 dirigenti del settore tecnologico a far parte della lista dei 100 migliori CEO per gli Stati Uniti nel 2019. Tra questi troviamo Pat Gelsinger di VMware, John Legere di T-Mobile, Shantanu Narayen di Adobe e Satya Nadella di Microsoft che hanno ottenuto rispettivamente la posizione numero 1, 4, 5 e 6. Mark Zuckerberg di Facebook, invece, è calato vistosamente, passando dalla posizione numero 16 del 2018 alla numero 55 di quest’anno.

Glassdoor forma la sua classifica calcolando i risultati delle recensioni anonime dei dipendenti raccolte nell’ultimo anno, secondo quanto riportato nel comunicato stampa. Più in particolare, ai dipendenti viene chiesto se approvano, disapprovano o non hanno opinioni sulle prestazioni del loro CEO.

Il premio “Employees Choice Awards” comprende 100 amministratori delegati negli Stati Uniti, 50 nel Regno Unito, 25 in Canada e 10 ciascuno per Francia e Germania.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.