Netflix: “Il nostro primo concorrente è Fortnite, non altri servizi di video streaming”

19 gennaio 2019 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Con l’imminente arrivo della piattaforma Apple dedicata ai contenuti video originali con serie TV e film già in cantiere, Netflix potrebbe presto ritrovarsi con un pericoloso concorrente. I dirigenti dell’azienda non sembrano però preoccupati.

Nel quarto trimestre del 2018, Netflix ha registrato guadagni pari a 4.19 miliardi di dollari, leggermente inferiori rispetto alle previsioni di 4.21 miliardi. Tuttavia, in termini di nuovi abbonati, il servizio ha avuto 7,31 milioni di nuovi utenti a livello globale, più di quanto si aspettavano gli analisti di Wall Street.

Durante la conferenza finanziaria, i dirigenti di Netflix hanno parlato anche della concorrenza. L’azienda ha minimizzato competitor come Hulu (“è un servizio molto più piccolo rispetto a YouTube per tempo di visione“), tra l’altro diffuso solo negli Stati Uniti. Netflix ha anche ammesso di aver guadagnato moltissime iscrizioni quando YouTute è rimasto offline per alcuni minuti nel mese di ottobre.

I dirigenti dell’azienda non si dicono nemmeno preoccupati per futuri servizi streaming in arrivo. Non si menziona direttamente Apple, ma è chiaro che il riferimento è proprio al nuovo servizio che la società di Tim Cook lancerà nei prossimi mesi: “Ci sono migliaia di concorrenti in questo mercato molto frammentato che cercano di intrattenere gli utenti. Noi non ci preoccupiamo, perché siamo focalizzati sull’offrire alle persone la migliore esperienza utente possibile. La nostra attenzione non è sulla concorrenza, ma su come possiamo migliorare l’esperienza per i nostri clienti”.

Netflix ammette però che il più grande concorrente che sta togliendo minuti di visione sulla piattaforma non è HBO e non è Amazon Prime, ma Fortnite. Il titolo più scaricato e giocato del 2018 ha portato ad una maggiore percentuale di persone che scelgono di giocare a Fortnite piuttosto che guardare una puntata su Netflix o su qualsiasi altra piattaforma video.

Vedremo come si muoverà Apple in questo settore molto complesso e variegato. Tra l’altro, Apple ha anche perso tutti gli introiti provenienti dai nuovi abbonati di Netflix, visto che ora non è più possibile attivare un nuovo abbonamento all’interno dell’app iOS.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.