Tom’s Guide: “Galaxy S9 lo smartphone Android più veloce, ma iPhone X lo supera”

Con i Galaxy S9 e S9+ ufficialmente nelle mani di blog e siti di settore per le relative recensioni, emergono anche i primi Benchmark. Ottime prestazioni, ma l’iPhone X rimane il più veloce.

I nuovi test sono stati eseguiti da Tom’s Guide, una vera e propria istituzione del settore. Il portale ha confrontato le prestazioni di Galaxy S9+, iPhone X, Galaxy Note 8, Huawei Mate Pro e Google Pixel 2 XL.

Tramite Geekbench, l’iPhone X ha raggiunto il punteggio di 1.0357 in multi-core, con il Galaxy S9+ al secondo posto con i suoi 8.295 punti.

Passando al reparto grafico, il Galaxy S9+ ha ottenuto un punteggio 3DMark Sling Shot di 5.793, superando i 3.998 punti dell’iPhone X. In questo ambito, lo smartphone Samsung risulta quindi superiore. L’iPhone X ha avuto però la meglio su Galaxy S9 + nel test Sling Shot Unlimited, con 4.994  punti contro 4.634. In ogni caso il nuovo Snapdragon 845 sembra migliore nel gestire la grafica.

Andando oltre i freddi numeri, anche nel test “reale” il processore dell’iPhone X supera quello del Galaxy S9+. L’iPhone ha infatti impiegato solo 42 secondi per transcodificare un file video 4K di due minuti a 1080p con l’app Adobe Premiere Clip. Il Galaxy S9+ ha impiegato 2 minuti e 32 secondi per la stessa operazione.

Ancora, l’iPhone X ha impiegato poco più di 13 secondi per aprire il gioco Injustice 2, compito che ha richiesto 20 secondi sul Galaxy S9+. Parte di questa maggiore velocità può essere attribuita anche alla perfetta integrazione software-hardware di Apple.

Tom’s Guide fa comunque notare che l’S9+ è nettamente superiore rispetto al Galaxy S8 in termini di prestazioni e velocità:

Dai nostri test emerge che il processore A11 dell’iPhone X rimane il più veloce in assoluto. Se scegli di acquistare il Galaxy S9 stai prendendo comunque il miglior telefono Android attualmente disponibili, almeno per quanto riguarda le prestazioni.

Piccola curiosità: stando a quanto riferito da KGI, Samsung aveva valutato l’ipotesi di integrare il lettore di impronte digitali sotto il display. Idea poi abbandonata per problemi di progettazione e di produzione, ma non è escluso l’arrivo di una soluzione simile nel 2019.

Cosa ne pensate?

Hardware