Microsoft Excel per iPhone – Tutto quello che serve sapere [VIDEO]

22 novembre 2014 di Francesco Siciliani (@FrSiciliani)

Dopo aver analizzato nei dettagli Microsoft Word per iPhone e aver confrontato le sue caratteristiche con Pages di Apple (ovviamente se vi siete persi l’articolo/video potete cliccare qui), ora è il turno di Microsoft Excel e ovviamente di Numbers di Apple. Andremo a vedere tutte le funzionalità dei due software e proveremo a confrontarli al meglio.

Microsoft Excel è una delle migliori applicazioni di sempre per gestire, creare e modificare i fogli di calcolo su desktop e ora anche su iPad e iPhone. Da quest’applicazione quindi possiamo creare e modificare tanti tipi di documenti differenti, come ad esempio resoconti, calcolo del budget, pianificazioni, report, ecc. Insomma, sia documenti che richiedano calcoli e operazioni, sia fogli che richiedano una visualizzazione in colonne e celle.

Andiamo subito a vedere l’interfaccia del programma. L’interfaccia è esattamente quella di un classico foglio Excel, come siamo abituati a vederlo su desktop, anche se adattata al meglio per iPhone. Ci sono le righe e le colonne, gli strumenti per inserire le formule e i calcoli, i pulsanti per andare ad aggiungere degli oggetti come forme, tabelle, grafici, immagini, ecc e i pulsanti per il salvataggio, la condivisione e l'”undo/ripristina”.

La tastiera ci permette di cambiare rapidamente il metodo di inserimento dei dati, da una tastiera numerica ad una tastiera classica QWERTY. Sulla tastiera c’è da dire che Excel perde un po’ di facilità d’uso (che invece dovrebbe perseguire al meglio in quanto gira su un iPhone adesso). Non è immediato cambiare la tastiera di riferimento e alle volte ci si confonde. Molto meglio la tastiera di Numbers di Apple, che è anche decisamente più completa nell’inserimento dei dati in quanto integra anche altre modalità oltre a quella numerica e a quella testuale.

Lavorando con le celle, le righe e le colonne, possiamo facilmente creare calcoli e operazioni, ma anche elenchi, grafici e tabelle. Per quanto riguarda i calcoli, ci sono tutte le formule necessarie (catalogate per categoria) compreso il comando “riempi” che ci permette di eseguire rapidamente dei calcoli in successione. Ancora, sui grafici c’è da dire che (nonostante alcune limitazioni) è piuttosto facile trasporre i dati in forma grafica anche se le possibilità sono ridotte rispetto a Numbers di Apple, che integra anche i grafici interattivi. 

Come al solito possiamo andare ad usare più fogli di calcolo e a gestirli con semplicità. I documenti possono essere condivisi come abbiamo visto anche con Word tramite OneDrive e Dropbox, oppure inviati tramite Mail. Anche qui Numbers è più versatile perchè permette di aprire il documento in altre app compatibili su iPhone, compresi Dropbox e OneDrive, anche se in modo meno automatico.

Limitazioni rispetto alla versione con account Premium? Certo, le stesse che abbiamo visto su Word quindi nessuna WordArt, blocco dell’orientamento, impossibilità di modificare gli effetti di ombreggiatura sulle foto, limitazioni con i grafici, le tabelle e le tabelle pivot (che non sono comunque disponibili su iPad e iPhone ma che possono essere gestite se già presenti in un documento preparato dalla versione desktop).

Riprendendo per un attimo il confronto con Numbers (che come avete visto abbiamo più o meno già trattato nel corso dell’articolo), possiamo sintetizzare dicendo che Numbers ha più modelli disponibili, un’interfaccia più semplice ed elegante, una tastiera migliore, i grafici interattivi, ecc. Le prestazioni e le potenzialità delle due app però restano esattamente le stesse. Possiamo creare dei documenti praticamente uguali da entrambe le applicazioni anche se il modo di porsi di Numbers è decisamente più “user-friendly” e ci permette senza gravi problemi di andare a creare documenti anche molto complessi. Chi è abituato invece già ad usare Office (su iPad o su desktop) forse troverà più comodo l’uso dell’app di Microsoft. Insomma ad ognuno l’app che preferisce. Personalmente Excel viene cancellato dal mio dispositivo perchè è un po’ troppo macchinoso, ma molti utenti penseranno invece che sia Numbers ad essere troppo semplice. Le app, in ogni caso, sono di altissimo livello entrambe. 

Nella prossima puntata andremo ad analizzare l’ultima app della suite di Office, ovvero PowerPoint e la andremo a mettere a confronto con Keynote di Apple.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.