Apple non può impedire a Swatch di registrare il marchio “One more thing”

"One more thing" potrebbe diventare presto uno slogan di Swatch.

Un tribunale britannico hanno stabilito che Apple non può impedire a Swatch di registrare come marchio la frase “One more thing” spesso utilizzata da Steve Jobs.

One more thing apple swatch

Il giudice Ian Purvis ha ammesso che il tentativo di Swatch di registrare la frase potrebbe essere stato solo un modo per “infastidire” Apple, ma alla fine il tribunale ha deciso che il gigante tecnologico di Cupertino non può impedire a Swatch di farlo. Inoltre, il giudice ha aggiunto che una precedente decisione del tribunale secondo cui “le intenzioni di Swatch avevano oltrepassato il confine tra l’uso appropriato e inappropriato di un marchio” era sbagliata.

Nella sentenza si legge che la frase “One more thing“, spesso usata da Jobs verso la fine degli eventi più importanti per anticipare un annuncio a sorpresa, probabilmente ha avuto origine dal detective della serie TV Colombo.

La diatriba su queste tre parole fa parte di una controversia più ampia tra Apple e Swatch che ha avuto origine con il lancio dell’Apple Watch nel 2015. All’epoca, Apple ha cercato di registrare il termine “iWatch” nel Regno Unito, ma la richiesta è stata negata perché il nome era troppo simile ad “iSwatch” di Swatch.

Da allora, la battaglia si è estesa ad altre frasi e marchi. Nel 2019, ad esempio, Apple non è riuscita ad impedire a Swatch di registrare la frase “Tick Different”, chiaro cenno allo slogan “Think Different” di Apple.

Quando Swatch ha tentato di registrare anche la frase “One more thing”, gli avvocati di Apple hanno sostenuto che la mossa era in “malafede” ed era solo un modo per parodiare Apple. Lunedì, il giudice Purvis ha però affermato che Apple non è riuscita a trovare esempi di parodie tali da considerarle “preoccupanti”.

Apple Watch Series 7 in sconto su

News