iPhone 12 e iPhone 12 Pro, quale taglio di memoria scegliere?

Quale taglio di memoria è più adatto alle tue esigenze? Dai 64 ai 512 GB le opzioni sono davvero tante anche nella linea iPhone 12.

Con i nuovi iPhone 12, e dopo aver scelto il modello giusto per le tue esigenze, è arrivato il momento di effettuare la fatidica scelta: quale taglio di memoria tra 64GB, 128GB, 256GB e 512 GB?

Prezzi e modelli disponibili

I quattro iPhone 12 si differenziano per dimensioni, caratteristiche e tagli di memoria:

iPhone 12 mini

  • 64 GB – 839€
  • 128 GB – 889€
  • 256 GB – 1009€

iPhone 12

  • 64 GB – 939€
  • 128 GB – 989€
  • 256 GB – 1109€

iPhone 12 Pro

  • 128 GB – 1189€
  • 256 GB – 1309€
  • 512 GB – 1539€

iPhone 12 Pro Max

  • 128 GB – 1289€
  • 256 GB – 1409€
  • 512 GB – 1639€

I due modelli standard non offrono l’opzione da 512 GB, mentre i due iPhone 12 Pro partono da 128 GB.

Quanto spazio serve?

Tralasciando per il momento le foto e i video, app come Whatsapp e soprattutto i giochi possono occupare tanta memoria. Titoli come GarageBand e iMovie di Apple occupano circa 2 GB, mentre WhatsApp, dopo un anno di utilizzo, può arrivare anche a più di 10 GB se non siete soliti cancellare i media ricevuti.

Le app più popolari solitamente presenti sulla maggior parte degli iPhone, in totale una ventina, richiedono poco più di 2.1 GB, mentre i giochi più scaricati e popolari su App Store arrivano a circa 10 GB.

Considerate anche l’opzione Apple Arcade, il servizio in abbonamento di Apple che, al prezzo di 4,99€, vi permette di scaricare e giocare a tantissimi giochi di ottimo livello. Se pensate di abbonarvi e di scaricare tanti titoli, un modello da 64 GB potrebbe non bastarvi.

Foto e video

Tra i file multimediali, i video sono ovviamente quelli che prendono più spazio.

Solo per fare qualche esempio, ogni minuto di filmato a 1080p e 30fps richiede 130 MB di spazio, mentre un filmato in 4K a 60 fps richiede circa 700 MB al minuto. Se avete intenzione di registrare tanti video e di conservarli su iPhone 12, fate bene i vostri calcoli.

La musica può essere molto meno invasiva in termini di spazio,soprattutto se usate servizi streaming come Spotify o Apple Music ovviamente senza scaricare localmente le playlist. Mediamente, scaricare un brano in alta qualità dai servizi streaming richiede circa 9 MB di spazio.

Per le foto, sempre a titolo di esempio, con 520 immagini di cui la metà in Live Photo lo spazio occupato è di circa 2 GB.

iCloud, una piccola ancora di salvezza

iCloud può consentirci di risparmiare spazio memorizzato su iPhone, purché abbiate un piano dati decente o la possibilità di essere quasi sempre sotto copertura Wi-Fi tra casa e lavoro. Per evitare brutte sorprese quando gestite file su cloud, assicuratevi di avere un buon piano dati mensile da almeno 10GB.

Oltre a iCloud (il cui costo parte da 0,99€ al mese per 5oGB di spazio), ci sono altri servizi online per archiviare foto, video e documenti senza occupare spazio, come Dropbox e Google Foto. Ad esempio, Google Foto è una soluzione ideale per conservare le nostre immagini senza occupare spazio fisico su iPhone.

iCloud di Apple è però la soluzione che consigliamo maggiormente, soprattutto se avete più dispositivi Apple. Gli acquisti di musica, app, libri e spettacoli TV, oltre a Streaming foto (per un massimo di 1000 scatti), non vengono conteggiati nello spazio di archiviazione gratuito di 5GB. Grazie a questo servizio, possiamo visualizzare le ultime foto scattate con i dispositivi iOS senza che queste vengano memorizzate fisicamente sull’iPhone.

Su iCloud Drive possiamo anche salvare documenti iWork, che incidono solo sullo spazio disponibile online, e altre tipologie di file.

Inoltre, con questi servizi le foto possono essere salvate online e rimosse fisicamente dall’iPhone, senza perdere la possibilità di visualizzarle. Questo significa che chi scatta molte foto dal dispositivo si accorgerà di poter risparmiare davvero molto spazio (anche se la qualità non è quella originale). iCloud ci aiuta, ma tenete presente che alcuni tipi di file (ad esempio i video 4K) non possono essere memorizzati online.

Stesso discorso vale per gli spettacoli TV o brani musicali: su iPhone deve sempre esserci un minimo di spazio libero per poter scaricare il contenuto, che comunque rimane sempre accessibile e visualizzabile su iCloud.

Con iCloud, i servizi multimediali sono sempre visualizzabili online (se la connessione è attiva), senza occupare spazio online o i GB di storage del dispositivo: quando poi scegliamo di scaricare un brano, piuttosto che un libro, allora lo spazio del contenuto multimediale andrà ad incidere sullo storage libero sul nostro iPhone.

Quale taglio di memoria scegliere?

Il modo migliore per capire quanto spazio vi serve è controllare il vostro attuale dispositivo, soprattutto se è un iPhone. Su iOS basta andare in Impostazioni > Generali > Info e scorrere in basso alla voce “Disponibili” per scoprire quanto spazio libero è rimasto sul vostro dispositivo. Ovviamente, se siete in possesso di terminali più datati, tenete conto che le foto e i video realizzati con iPhone 12 e 12 Pro occuperanno molto più spazio.

LEGGI ANCHE: Come liberare memoria su iPhone

Chi può acquistare il 64 GB?

Questa opzione è disponibile solo su iPhone 12 mini e iPhone 12.

Su un iPhone da 64 GB possiamo memorizzare circa 1.000 brani, 2.500 foto, 2.500 Live Photo, un’ora di video in 4K a 30 fps, 20 delle app più popolari, 10 dei giochi più popolari e le due suite di app Apple. Se le tue esigenze rientrano in questi parametri, puoi optare per questo modello. Se, però, ritieni che registrerai molti più video, scatterai migliaia di foto e installerai tantissime app e giochi, la scelta dovrà ricadere su tagli più grandi.

Se per musica e video utilizzi servizi streaming come Apple Music o Netflix, se hai un abbonamento a iCloud che ti basta per contenere alcuni file e se hai un PC o Mac dove memorizzare le foto e i video in locale per liberare spazio su iPhone, purché tu non voglia conservarle a lungo termine anche sullo smartphone, 64GB possono bastare.

Attenzione, però: dopo qualche mese rischierete seriamente di ritrovarvi con poca memoria libera e sarete costretti a cancellare qualche contenuto.

Chi può acquistare il 128 GB?

Una scelta ideale ideale per la maggior parte degli utenti, che permette di scattare migliaia di foto, registrare un bel po’ di video e scaricare tante app senza rischiare di superare la soglia. Se però scarichi centinaia di playlist da Spotify o Apple Music, o ami i videogames, allora potrebbero stare stretti anche 128 GB.

In ogni caso, la differenza di soli 50€ con il modello da 64 GB può valerne la pena.

Chi può acquistare il 256 GB?

Con un iPhone da 256 GB la gran parte degli utenti potrà dormire sonni tranquilli. È infatti possibile scattare migliaia di foto, registrare video e installare app e giochi senza riempire tutto lo spazio a disposizione. Se però volete conservare anche interi film o serie TV offline, musica e tanti giochi, allora valutate l’opzione successiva.

Si tratta sicuramente del taglio più consigliato, anche perché lo spazio è pari a 4 volte quello del modello base. Il costo in più rispetto al 64 GB è di 170€ su iPhone 12 mini e iPhone 12, e di 120€ rispetto al 128GB su iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max.

Chi può acquistare il 512 GB?

Questo taglio è disponibile solo su iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max. Per chi davvero non vuole avere limiti.

Non avrai nessun problema nello scaricare centinaia di app, giochi, musica e tanto altro. Difficilmente riuscirai a occupare tutti e 512 GB. In caso contrario, acquista i 2TB di spazio su iCloud!

Il costo in più rispetto al 256 GB è di 230€, una spesa non da poco. Per questo motivo, calcolate bene la vostre esigenze.

Confronti