Le compagnie petrolifere volevano usare i Mobility Trends di Apple per monitorare i consumi di carburante

I Mobility Trends sono finiti nel mirino delle compagnie petrolifere interessate a scoprire i consumi di carburante in tutto il mondo. Ha funzionato?

Diverse compagnie petrolifere pensavano di poter utilizzare i dati sulla mobilità condivisi da Apple allo scopo di prevedere il consumo di benzina degli utenti. Purtroppo per loro, il sistema non è ottimizzato per questo tipo di azioni.

apple trend mobilita

Come scoperto da Reuters, alcune compagnie petrolifere volevano sfruttare i dati che Apple ha condiviso per aiutare a monitorare la diffusione di COVID-19 in tutto il mondo. Il sito Mobility Trends di Apple include dati al fine di aiutare i governi e le autorità sanitarie a comprendere meglio l’impatto che la pandemia in corso sta avendo e potenzialmente fornire informazioni sull’efficacia delle misure prese. I dati, assolutamente anonimi, provengono da tutte le informazioni su quali metodi di indicazioni stradali gli utenti selezionano nell’app Mappe.

Le compagnie petrolifere hanno ben pensato di sfruttare questi trend per monitorare i movimenti aggregati degli utenti e capire dove potenzialmente poteva esserci un maggior consumo di carburante.

L’idea era quella di prevedere i consumi e di muoversi di conseguenza, coprendo le aree che registravano i maggiori movimenti in auto. Una sorta di Santo Graal del petrolio, che grazie alle metriche fornite avrebbe consentito di riprendere in modo più rapido e mirato la fornitura di carburante in tutto il mondo.

Purtroppo, l’idea si è subito rivelata un fallimento. Il motivo? I dati forniti da Apple in modo anonimo non si basano sui chilometri percorsi dagli utenti (un dato indispensabile per monitorare il consumo di carburante), ma solo sul numero di ricerche effettuate su Apple Maps. In pratica, non importa quante persone guidano in un determinato giorno se le loro auto percorrono solo poche centinaia di metri.

Per questo motivo, la speranza iniziale delle compagnie petrolifere è stata disattesa. Tra l’altro, questi dati saranno disponibili solo per la durata della pandemia di COVID-19 e poi saranno nuovamente offuscati.

Curiosità