Apple brevetta un nuovo sistema di raffreddamento per HomePod

In futuro, gli HomePod potrebbero integrare un sistema avanzato di raffrreddamento dei componenti interni.

Una futura versione dello speaker smart HomePod potrebbe utilizzare altoparlanti sfasati per raffreddare i componenti interni.

In attesa che Apple lanci un nuovo HomePod, magari in versione lite più economica, arriva un nuovo brevetto che interessa da vicino questo speaker smart.

Apple descrive nel dettaglio un metodo di raffreddamento che potrebbe essere utilizzato in vari sistemi di altoparlanti. L’azienda spiega che questo nuovo sistema potrà essere utilizzato in futuri sistemi audio domestici come HomePod, ma anche su computer portatili come MacBook Pro.

Nel brevetto si legge che i metodi comuni per gestire il calore, come le ventole di raffreddamento interne, non sono un’opzione praticabile quando si tratta di un dispositivo che dovrebbe funzionare in modo silenzioso, come ad esempio un sistema audio domestico o un altoparlante dotato di un assistente digitale. Apple spiega quindi come aggirare queste limitazioni utilizzando specifiche configurazioni degli altoparlanti per produrre un flusso d’aria interno e diversi componenti freddi che generano calore.

raffreddamento homepod

Il brevetto suggerisce che il sistema di altoparlanti potrebbe gestire il “movimento in fase e fuori fase” degli altoparlanti per produrre un flusso d’aria interno. Sfruttando questi speaker “sfasati”, Apple riuscirebbe a generare aria fredda senza l’utilizzo di ventole. Inoltre, questi speaker sarebbero in grado di rilevare in modo intelligente quando è necessario avviare il sistema di raffreddamento in base alla temperatura interna e ambientale.

Sarà questo il futuro degli HomePod?

Brevetti