Apple denuncia anche L3Harris Technologies e Santander Bank nella causa contro Corellium

Apple ha denunciato L3Harris Technologies e Santander Bank per aver utilizzato il software di virtualizzazione di iOS fornito da Corellium.

Ci sono nuovi sviluppi nella battaglia legale di Apple contro Corellium, con altre due società citate in giudizio dall’azienda di Cupertino.

corellium

Apple ha infatti denunciato anche la L3Harris Technologies e la Santander Bank, ree di aver usato il software di Corellium che consente di virtualizzare iOS.

Nella denuncia iniziale di Apple si legge che Corellium avrebbe copiato iOS nei minimi dettagli, dal codice all’interfaccia grafica, in modo da offrire ai clienti un tool di virtualizzazione per iOS. Corellium viene quindi accusata di violazione del copyright a causa della virtualizzazione di iOS che, sostanzialmente, è una copia perfetta del sistema originale, emulando quindi l’esperienza fruibile da hardware e software Apple.

Nelle ultime ore, Apple ha citato in giudizio anche L3Harris Technologies e Santander Bank per chiedere alle due aziende di consegnare tutte le comunicazioni con Corellium relative all’utilizzo del software di virtualizzazione di iOS. Apple vuole infatti capire il modo in cui queste due aziende hanno utilizzato la tecnologia di virtualizzazione dell’iPhone per i loro scopi, visto che questi dati aiuteranno a sostenere la tesi secondo cui il software Corellium viene utilizzato in violazione del DMCA creando un clone esatto di iOS per i servizi di jailbreak e la violazione della sicurezza. Apple ha preso di mira anche la Santander Bank dopo che la banca ha utilizzato il software in una versione di prova. Tuttavia, al momento non è chiaro come mai Santander abbia voluto testare il software di Corellium.

L’acquisizione di queste informazioni sulle vulnerabilità note presenti su iPhone potrebbe non solo aiutare Apple nel procedimento giudiziario, ma anche a chiudere vulnerabilità precedentemente sconosciute.

Il capo ricerca della banca, Dan Cuthbert, ha però detto che la sua azienda non ha mai utilizzato il software finale di Corellium, aggiungendo che Apple ha fatto una mossa sbagliata citandoli in giudizio.

Tra l’altro, in altri documenti giudiziari si scopre che Apple ha tentato di acquisire Corellium nel 2018 e che l’offerta è stata rifiutata. Da allora, le due aziente hanno iniziato questa lunga battaglia legale, con i legali di Corellium che descrivono Apple come “un bullo“:

Le citazioni di Apple a Santander e Harris sembrano essere state emesse esclusivamente per molestare Corellium e danneggiare i suoi rapporti commerciali. Apple sta cercando di intimidire un cliente di Corellium, anche se Santander non ha alcuna relazione con Corellium. Apple ha cercato di danneggiare il business e la reputazione di Corellium dalla sua fallita acquisizione di Corellium nel 2018 e ora sta emettendo citazioni in giudizio per i nostri clienti. Ci muoveremo per annullare entrambe le citazioni.”

Il punto di vista di Apple è che il software Corellium usa illegalmente iOS e per questo sta cercando di prevenirne la diffusione.

Apple Watch Series 7 in sconto su

News