Tim Cook e il futuro di Apple tra AR e assistenza sanitaria

Intervenuto in una conferenza in Irlanda, il CEO di Tim Cook ha parlato del futuro della tecnologia, con riferimenti alla tecnologia AR e alla salute.

Nel suo viaggio in Irlanda, Tim Cook ha incontrato il CEO di IDA Ireland Martin Shanahan per una interessante conversazione sulle future novità che riguardano la tecnologia AR e l’assistenza sanitaria.

tim cook irlanda

IDA Ireland è l’agenzia responsabile nell’attrarre e mantenere gli investimenti esteri diretti in Irlanda. Si tratta quindi di un’agenzia statale molto importante nei rapporti con Apple, visto che è stata capace di far crescere gli investimenti dell’azienda in Irlanda nel corso degli ultimi 40 anni. Oggi, Apple è il principale datore di lavoro a Cork, con oltre 6.000 dipendenti.

Durante il suo intervento insieme a Martin Shanahan, Cook ha parlato dei maggiori sviluppi tecnologici che si attende nei prossimi 5 o 10 anni. Ancora una volta, Tim Cook ha detto che vede la realtà aumentata come protagonista dei prossimi anni, definendola “next big thing“:

Sono entusiasta dell’AR. Il mio punto di vista è che sarà la prossima grande novità e pervaderà tutta la nostra vita. Ieri, ho visitato una società di sviluppo chiamata War Ducks a Dublino – 15 persone, che lavorano e usano l’AR per i giochi. Potete immaginare, per i giochi è incredibile ma anche per la nostra discussione qui. Tu e io potremmo parlare di un articolo e, usando la tecnologia AR, avremmo la possibilità di tirarlo su, ed entrambi potremmo guardare la stessa cosa allo stesso tempo.

Cook ha anche sottolineato che la realtà aumentata non è progettata per isolare le persone, ma può invece riunirle: “Penso che sia qualcosa che non isola le persone. Possiamo usarla per migliorare la nostra discussione, non sostituirla alla connessione umana, di cui mi sono sempre profondamente preoccupato in alcune delle altre tecnologie sviluppate in Apple”.

Al di fuori della tecnologia AR, tuttavia, Cook ha affermato di essere “estremamente entusiasta” del ruolo che la tecnologia può svolgere nell’assistenza sanitaria. Cook afferma che “l’intersezione non è ancora stata esplorata molto bene” e ci sono molte opportunità per il futuro e per migliorare la vita di tutti.

Cook non si è fermato qui. Il CEO di Apple ha anche detto che il costo dell’assistenza sanitaria può essere “sostanzialmente ridotto, probabilmente in modo drammatico” con l’adozione più ampia della tecnologia, e ha parlato del continuo lavoro di Apple nel settore sanitario:

La maggior parte del denaro nell’assistenza sanitaria va ai casi che non sono stati identificati in modo tempestivo. Ci vorrà del tempo, ma le cose che stiamo facendo ora – di cui non parlerò oggi – mi danno motivo di speranza”.

Cook fa regolarmente riferimento sia all’AR che all’assistenza sanitaria nelle interviste, e i suoi commenti di oggi in Irlanda sottolineano che sono due aree di interesse per Apple.

News