Test audio DxOMark: iPhone 11 Pro Max peggio di iPhone XS Max

Da oggi partono ufficialmente i test audio di DxOMark e a sorpresa il nuovo iPhone 11 Pro Max non riesce a fare meglio del suo precedessore.

Da oggi sono partiti i test audio di DxOMark, che sono stati aggiunti ai servizi dell’azienda, finora limitati Ai test approfonditi e oggettivi sulle fotocamere degli smartphone.

I test audio di DxOMark verificano le prestazioni di riproduzione audio e le registrazioni audio in base a cinque criteri, nonché in che modo lo smartphone gestisce il rumore di fondo:

  • Timbro (risposta in frequenza, alti / medi / bassi, bilanciamento totale, dipendenza dal volume)
  • Dinamica (attacco, precisione dei bassi, pugno, dipendenza dal volume)
  • Spazialità (ampiezza, equilibrio, distanza, localizzazione)
  • Volume (massimo, minimo, consistenza volume utente)
  • Artefatti (rumore, pompaggio, ritaglio, artefatti dell’utente, altri artefatti)
  • [Registrazione] Rumore di fondo (direttività, profilo di rumore, artefatti)

È interessante notare che la società afferma che i test percettivi si basano sulle competenze e sull’esperienza acquisite dai esperti del suono dopo anni di lavoro nei settori dell’ingegneria del suono e del design industriale dell’audio in una vasta gamma di settori. Questi test percettivi non sono meno scientifici delle misurazioni oggettive, in quanto i nostri protocolli specifici assicurano che qualsiasi misurazione percettiva sia coerente nel tempo, il che significa che lo stesso test effettuato mesi dopo sullo stesso dispositivo otterrà risultati identici.

Quali sono stati i risultati del primo round di test audio DxOMark?

Il primo posto va a Huawei Mate 20 X, con un punteggio di 75, proprio davanti all’iPhone che si ferma al secondo posto, ma a sorpresa si tratta del precedente iPhone XS Max che si posiziona davanti al più recente iPhone 11 Pro Max con 74 punti contro 71.

Puoi vedere i dettagli del processo di test nel video qui sotto.

Test