Il CEO di Goldman Sachs commenta l’arrivo di Apple Card negli USA

Con il lancio ufficiale della Apple Card negli Stati Uniti, il CEO della Goldman Sachs ha pubblicato una nota interna per tutti i dipendenti della banca.

David Salomon, attuale CEO della Goldman Sachs, ha affermato che il lancio della Apple Card rappresenta l’inizio di una profonda trasformazione della Goldman sempre più incentrata verso i consumatori. Il CEO fa notare anche che la partnership tra Apple e Goldman è insolita, considerando che il colosso di Cupertino ha scelto una banca che – benché enorme nelle attività istituzionali e aziendali – è poco conosciuta in termini di servizi ai consumatori. Ma proprio la Apple Card rappresenta un nuovo inizio per la banca:

Da ieri, la nostra carta di credito in co-branding con Apple è stata lanciata al pubblico negli Stati Uniti. Con un paio di tocchi su un iPhone, i consumatori potranno richiedere una carta di credito con Goldman Sachs. Il lancio rappresenta una pietra miliare per la nostra attività consumer e per lintera’azienda. Sono orgoglioso del nostro team, di questa partnership con Apple e dello sviluppo di un prodotto degno del nostro marchio.

Siamo in attività da 150 anni, ma il Main Street banking è nuovo per noi. La nostra partnership con Apple accelererà l’innovazione incentrata sul cliente nel settore delle carte di credito ed è una testimonianza dei notevoli progressi che abbiamo fatto in pochi anni attraverso Marcus, un fattore di disturbo crescente nei servizi finanziari consumer. Oggi stiamo aiutando i consumatori ad assumere il controllo della loro vita finanziaria con prodotti semplici e trasparenti e abbiamo 5 miliardi di dollari in saldi sui prestiti, oltre  50 miliardi di dollari in depositi e 4 milioni di clienti, il tutto senza il tradizionale modello di filiali in mattoni.

La Apple Card rende semplice un processo spesso frustrante, fornisce un’interfaccia con informazioni più utili per il cliente e attribuisce maggiore importanza alla privacy e alla sicurezza. Come utente beta degli ultimi mesi, sono un cliente felice e utilizzo sempre la carta sia tramite Apple Pay sia con la carta fisica in titanio.

Ogni volta che visito il “Cookie Jar”, la sezione del 26° piano al 200 di West Street, dove viene sviluppato il business delle carte di credito, sono impressionato dalla passione, dall’energia e dalla collaborazione dei team delle divisioni dell’azienda che lavorano su questo prodotto. È una vera dimostrazione di One Goldman Sachs.

La Apple Card è un grandissimo progetto, ma è anche un inizio. Senza una vera e propria tecnologia legacy o un’attività di consumo di lunga data da difendere, siamo in grado di innovare a differenza di molti altri del settore. Nei decenni a venire, mi aspetto che la banca diventi leader nelle attività di consumo, proprio come nelle nostre attività istituzionali e aziendali, con il cliente al centro di tutto ciò che facciamo.

Guardando al futuro, ci saranno nuovi apprendimenti e sfide – sorgeranno problemi, si verificheranno problemi e non tutti i clienti saranno soddisfatti – ma risponderemo immediatamente, lottando per il progresso continuo e cercando di soddisfare le aspettative che le persone hanno di noi. Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questo lancio.

David

Ricordiamo che i clienti interessati possono richiedere la Apple Card utilizzando l’app Wallet su iPhone. Dopo l’approvazione, e in attesa che la carta di credito arrivi a casa, gli utenti possono iniziare a utilizzare immediatamente la carta digitale per gli acquisti online e tramite Apple Pay.

Al momento, la carta è disponibile solo negli Stati Uniti.

Apple iPhone 13 Pro Max in sconto su

News