La Cina si lamenta dell’App Store di Apple

11 luglio 2019 di Giuseppe La Terza

I media vicini al governo cinese hanno pubblicato un report sull’App Store di Apple criticando l’azienda per aver autorizzato recensioni false che inducono le persone a scaricare app. La storia è stata pubblicata dalla China National Radio e sembra che il governo abbia intenzione di aumentare la pressione su Apple nel mezzo di una lunga guerra commerciale.

App Store

Il reclamo riguarda alcune lunghe recensioni presenti su App Store che a volte non sono correlate all’app che gli utenti stanno prendendo in considerazione di scaricare. Il CNR lo ha definito “download truffa“, in accordo con Abacus, una piattaforma di notizie facente parte del South China Morning Post.

Normalmente una storia come questa sarebbe scomoda per Apple, ma diventa ancora più inquietante quando appare sui media statali. Il governo e i mezzi di comunicazione controllati dal governo cinese sono noti per occuparsi delle società straniere attraverso notizie che sono solitamente inquadrate in modo da proteggere il consumatore medio cinese da grandi e disinteressati conglomerati esteri. Queste campagne spesso iniziano con una singola storia e poi acquistano slancio nel tempo, mentre altri media la riprendono con l’incoraggiamento del governo per far emergere ulteriori dibattiti online.

Se la faccenda dovesse allargarsi, Apple avrà un enorme problema tra le mani. I consumatori cinesi, infatti, già in passato sono stati entusiasti di unirsi contro alcune compagnie straniere, come successo a Lotte, KFC, United Airlines, Toyota, e tanti altri. Inoltre, Apple è molto vulnerabile al momento, visto che la maggior parte della produzione della società americana avviene proprio in Cina.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.