Il 2018 di Apple: tutti i prodotti presentati negli ultimi 12 mesi

31 dicembre 2018 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)
FEATURED

Dopo aver riassunto il 2018 di Apple in numeri, ora è la volta di andare più sul concreto e di fare un viaggio nel tempo di 12 mesi per scoprire tutto quello che l’azienda ha presentato durante questo periodo.

HomePod (febbraio)

Il primo altoparlante smart di Apple, l’HomePod, è stato lanciato nel febbraio del 2018 negli Stati Uniti e in pochi altri paesi. L’HomePod supporta Siri e Apple Music ed è il concorrente diretto di Google Home e Amazon Echo.

Il dispositivo può essere utilizzato pera ascoltare musica da Apple Music, ma anche per impartire comandi a Siri e controllare diverse funzioni. Siri può ad esempio rispondere a domande generiche, effettuare telefonate, ricordare un appuntamento, gestire i prodotti HomeKit e tanto altro.

Rispetto ai prodotti concorrenti, la qualità audio è nettamente superiore, ma Siri pecca ancora di qualche problema e non è all’altezza né di Google Assistant né di Alexa.

HomePod non è ancora disponibile in Italia. Il prezzo negli USA è di 349$.

iPad di sesta generazione (marzo)

A marzo è stato presentato l’iPad di sesta generazione, disponibile a partire da 359€ per il modello Wi-Fi da 32 GB. Il tablet integra il processore A10 e il Touch ID, oltre ad essere compatibile con la Apple Pencil. Si tratta dell’iPad più economico venduto da Apple, in grado di soddisfare gran parte delle esigenze dell’utente medio.

MacBook Pro (luglio)

Un piccolo aggiornamento per i MacBook Pro da 13 e 15 pollici, introdotti da Apple nel mese di luglio. Tra le novità figurano i nuovi e più veloci processori Intel Coffee Lake a 6 core. I prezzi partono da 2.099€.

Abbiamo anche il supporto ai 32 GB di RAM e agli SSD fino a 4TB, e una nuova tastiera a farfalla che ha risolto i problemi presenti nella generazione precedente. Il modello da 15 pollici integra anche nuove opzioni di schede grafiche, tra Radeon Pro e Pro Vega.

Il chip T2 assicura una maggiore sicurezza del sistema (secure boot, storage criptato).

Software (settembre)

Anche se sono stati presentati nel mese di giugno, le nuove versioni di iOS, macOS, watchOS e tvOS sono state lanciate ufficialmente a settembre.

iOS 12 si concentra principalmente sul miglioramento delle prestazioni, soprattutto sui modelli di iPhone più datati e compatibili. Tra le novità più importanti ricordiamo le FaceTime di gruppo fino a 32 persone, le Memoji personalizzabili, miglioramenti a Siri e la grande novità delle Scorciatoie Siri che permettono di creare automazioni di vario tipo in modo semplice e veloce.

Altre novità di rilievo sono Screen Time, che permette di avere tutte le statistiche sull’utilizzo dell’iPhone e delle varie app, così da farci rendere conto se stiamo esagerando, e i nuovi controlli parentali avanzati per gestire al meglio l’utilizzo dell’iPhone e dell’iPad da parte dei più piccoli.

watchOS 5 ha introdotto la funzione Walkie-Talkie per parlare in modo veloce con i propri amici, nuove competizioni, miglioramenti importanti alle notifiche e la nuova app Podcast.

tvOS 12 si limita ad introdurre il supporto al Dolby Atoms e a proporre nuovi screensaver creati in partnership con la International Space Station. Molto interessante la funzione zero sign-on, che rende più semplice effettuare il login nelle varie app.

macOS Mojave aggiunga la tanto richiesta Dark Mode, il supporto alle chiamate FaceTime di Gruppo, la funzione Stacks per mettere ordine sulla scrivania e il desktop dinamico per cambiare sfondo durante la giornata. Il nuovo macOS integra anche una nuova Quick Look che consente di editare i file in modo immediato, oltre alle Quick Actions personalizzabili. La funzione Continuity Camera permette di importare foto da un iPhone o un iPad direttamente in un documento.

Arrivano anche tante app native, come Borsa, Home e Memo Vocali. Non mancano miglioramenti per la sicurezza.

iPhone XS, XS Max, XR (settembre)

I grandi protagonisti del 2018 sono stati ovviamente i nuovi iPhone presentati a settembre. iPhone XS e XS Max sono i naturali successori dell’iPhone X, sia per design che per quanto riguarda le funzioni principali: iPhone XS con schermo da 5.8 pollici, iPhone XS Max con schermo da 6.5 pollici. I prezzi partono rispettivamente da 1.189€ e da 1.289€.

Tra le novità, segnaliamo una doppia fotocamera migliorata e il nuovo chip A12 Bionic in grado di assicurare prestazioni da record.

iPhone XR punta sui colori, ha solo una singola fotocamera e monta un display LCD da 6.1 pollici (comunque di ottima qualità) al posto dello schermo OLED utilizzato sugli altri due modelli. I prezzi partono da 889€.

Apple Watch Series 4 (settembre)

Con Apple Watch Series 4, Apple ha realizzato uno smartwatch dal design ancora più bello, grazie allo schermo edge-to-edge e dall’assenza di cornici. Pur rimanendo nelle stesse dimensioni dei modelli precedenti, il Series 4 è disponibile con schermi da 40 e da 44 mm. I prezzi partono da 439€.

I nuovi Apple Watch integrano hardware migliorato, un set di nuove watch face e l’utilizzo di materiali migliori rispetto ai precedenti modelli. Il processore S4 assicura velocità pari al doppio rispetto al Series 3.

La novità più interessante, per ora limitata agli USA, è l’ECG: l’Apple Watch Series 4 può infatti effettuare misurazioni da vero e proprio elettrocardiogramma, così da evidenziare eventuali problemi cardiaci in tempo reale.

iPad Pro (ottobre)

Con i nuovi iPad Pro, Apple ha adottato il design in stile iPhone X: cornici più sottili, niente tasto Home. Arriva anche il Face ID per lo sblocco del dispositivo tramite riconoscimento del volto. I prezzi partono da 899€.

I nuovi iPad Pro sono disponibili nelle versioni da 11 e da 12.9 pollici e possono essere sbloccati tramite Face ID sia in modalità orizzontale che verticale. Il processore A12X è nettamente più performante rispetto alla generazione precedente. Inoltre, questi iPad sono i più sottili mai realizzati da Apple. Come per i nuovi iPhone, anche qui è stato tolto il jack per le cuffie.

Insieme ai nuovi iPad Pro, Apple ha introdotto anche la Apple Pencil 2 che si ricarica magneticamente collegandola all’iPad e offre maggiore precisione rispetto alla versione precedente. Piccoli miglioramenti anche per la nuova Smart Keyboard.

Mac mini (ottobre)

Dopo 4 anni, Apple lancia il nuovo Mac mini che si contraddistingue per la nuova colorazione Space Gray. Tra le novità hardware nuovi processori Intel fino a 6-core, scheda grafica Intel UHD, porte Thunderbolt 3, opzioni fino a 32GB di RAM e 2TB di storage SSD. Il nuovo Mac mini integra anche il processore T2 per criptare i dati e offrire una maggiore sicurezza.

I prezzi partono da 919€.

MacBook Air (ottobre)

Altra novità autunnale è il MacBook Air, con display Retina da 13 pollici e cornici più sottili. Questo modello integra processori Intel di ottava generazione, fino a 16GB di RAM e supporto a 1.5TB di storage SSD. Presente il chip T2 per la sicurezza dei dati, oltre ad una nuova tastiera a farfalla e ad un trackpad più grande. Migliorato anche il comparto speaker.

I prezzi partono da 1.379€.

2019

E ora sta per iniziare un nuovo anno targato Apple. Cosa ci riserverà il futuro? Difficile, anzi, impossibile dirlo ora. Certo, avremo sicuramente nuovi iPhone, nuovi iPad e probabilmente anche novità su Mac e Apple TV e Apple Watch, ma c’è molta curiosità anche nell’ambito servizi, visto che Apple dovrebbe lanciare il suo servizio di video streaming concorrente di Netflix.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.