Apple ordinerà più iPhone alla Pegatron per evitare il blocco delle vendite in Cina

14 dicembre 2018 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Per evitare il blocco delle vendite degli iPhone in Cina, Apple potrebbe trasferire gran parte della produzione dalla Foxconn alla Pegatron. Ecco perché.

Come riportato da Nikkei, gli iPhone assemblati da Foxconn e Wistron violano i brevetti di Qualcomm, ma i dispositivi prodotti da Pegatron sono esenti da questa violazione. La conferma è arrivata dalla stessa Qualcomm e si può leggere nei documenti presentati ai tribunali cinesi.

Pegatron ha infatti un accordo di licenza ancora valido con Qualcomm che copre i due brevetti al centro del divieto in Cina. Apple sta valutando l’ipotesi di trasferire alla Pegatron gran parte della produzione degli iPhone, nel caso in cui le sentenze venissero confermate. Questa decisione metterebbe in crisi soprattutto Foxcoon, che oggi si occupa della produzione della maggior parte degli iPhone.

L’unico dubbio rimane la capacità produttiva di Pegatron, che difficilmente può raggiungere il numero di iPhone assemblati giornalmente negli stabilimenti della Foxconn. In ogni caso, secondo le prime stime, Apple rischia di perdere 5 miliardi di dollari di fatturato da qui al fine anno se entrasse in vigore il divieto.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.