iPhone XR, ecco le prime recensioni

23 ottobre 2018 di Francesco Siciliani (@FrSiciliani)

Negli USA sono state pubblicate le prime recensioni dedicate ai nuovi iPhone XR: il meglio di iPhone XS con qualche compromesso ma con una batteria più performante.

iPhone XR sarà disponibile da questo venerdì in sei diversi colori: nero, bianco, blu, rosso, corallo e giallo. Si tratta di uno smartphone molto valido che offre tutta la qualità dei recenti top di gamma ad un prezzo più basso, grazie ad alcuni compromessi.

iPhone XR presenta lo stesso chip A12 e la stessa fotocamera grandangolare di iPhone XS, in più si avvicina al design di iPhone X con il notch che integra il Face ID. Il dispositivo però integra un display LCD e non OLED e cornici più spesse, sebbene i materiali siano sempre premium. Ma dalle prime review, questo device sembra avere molta più autonomia degli altri.

Secondo Engadget, questo è l’iPhone che la maggior parte delle persone dovrebbe acquistare. Perché raggiunge sette ore di schermo attivo al giorno e perchè integra una fotocamera grandangolare identica a quella di iPhone XS. L’unica pecca è nella modalità ritratto, che risulta evidentemente limitata. Caratterizzata dal software quindi, questa modalità funziona solo quando viene identificato un volto, e non supporta alcune opzioni di luce. In ogni caso viene supportato il Depth Control.

Per Daring Fireball invece la modalità ritratto di iPhone XR si comporta meglio di quella di XS in condizioni di scarsa luminosità in quanto sfrutta la camera grandangolare e non il teleobiettivo. Viene invece criticato qui il display che risulta un passo indietro in termini di PPI e di percezione.

The Verge è stata molto più critica sul display di iPhone XR ma non a causa della risoluzione, quanto in termini di angolo di visuale non ottimizzati come sugli iPhone precedenti con display LCD. Ancora, viene criticata la mancanza del 3D Touch. Inoltre il Taptic Engine di iPhone XR, ovvero Haptic Touch, non sembra essere un buon sostituto in quanto risulta meno immediato rispetto al classico 3D Touch. Non ci si basa più sulla pressione ma su quanto tempo viene premuto un oggetto sul display. Apple ha però dichiarato a The Verge che arriveranno più features in stile 3D Touch su iPhone XR nel corso del tempo. Magari riusciranno ad ottimizzare l’esperienza con l’uso di Haptic Touch.

iMore ha invece focalizzato l’attenzione sulla resistenza del pannello in vetro posto sul retro e ha evidenziato come, sebbene non sembri essere quello dell’anno scorso, il vetro non è comunque resistente come sul frontale.

Wired è rimasta sorpresa per la batteria di iPhone XR che ha retto in un test estremo fino ad un intero weekend senza ricariche, chiaramente con un utilizzo sporadico. In ogni caso, la batteria sembra essere davvero interessante su questo modello. Wired parla di una batteria che ha superato quella di iPhone XS Max.

Per concludere, Pocket Lint ha parlato delle migliorie di questo smartphone rispetto ai suoi predecessori e ne ha consigliato l’upgrade, seppur notando i limiti di questo device rispetto ai più performanti XS e XS Max, che però costano anche di più.

Questo iPhone XR quindi potrebbe essere davvero un prodotto interessante, capace di attrarre sempre più pubblico. Non vediamo l’ora di provarlo per potervi fornire le nostre impressioni.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.