Apple pubblica il report sulle richieste di dati da parte delle autorità

Da gennaio a fine giugno, Apple ha ricevuto tra le 13.250 e le 13.499 richieste di sicurezza nazionale da parte del governo degli Stati Uniti. Alcune di queste richieste provenivano dalla Foreign Intelligence Surveillance (FISA), come confermato dal report pubblicato poche ore fa da Apple.

Le richieste in questi primi sei mesi del 2017 sono state molte di più rispetto alle 2.750-2.999 dello stesso periodo di un anno fa. Apple è stata autorizzata a divulgare solo 250 di queste richieste.

E’ salito anche il numero di account interessati, da 2.000-2.249 a 9.000-9.249, tutte associati ad ordini di non divulgazione.  Sono invece diminuite le richieste di dati presenti sui dispostivi: nel 2017 sono state 30.814 a livello globale e 4.479 negli Stati Uniti. Apple ha confermato che questi dati vengono condivisi solo quando le richieste vengono considerate legittime e rispettano tutte le norme in oggetto.

Calano invece le richieste da parte del governo italiano, per un totale di 779 legate a 1.357 dispositivi Apple. Apple ha risposto positivamente nel 72% dei casi. In generale, queste richieste riguardano i dati dell’iPhone (comprese foto e video) oltre che le info legate agli account iCloud e iTunes.

HotAcquista iPhone 15 su Amazon!
News