Eddy Cue parla di tvOS e del futuro della televisione

CNN Money ha pubblicato la seconda parte dell’intervista all’SVP di Apple Eddy Cue. Nella prima parte dell’intervista, Cue aveva parlato della Apple TV e di come un dispositivo considerato un semplice “hobby” sia riuscito a vendere oltre 20 milioni di unità. Ora, invece, si parla del futuro dei programmi televisivi e della piattaforma tvOS.

cue

Cue afferma che lo stato attuale della TV via cavo è disastroso e obsoleto, per questo la Apple TV ha l’obiettivo di migliorare l’esperienza di consumo dei contenuti televisivi rispetto alle altre offerte presenti sul mercato: “L’obiettivo finale è quello di sostituire la necessità di utilizzare i set top box delle società via cavo“. Insomma, Apple vuole centralizzare i contenuti televisivi e farci dire addio al decoder.

Per ora, Apple non ha intenzione di creare un proprio servizio di streaming TV e continuerà ad appoggiarsi a partner terzi, in grado di offrire già da ora questi contenuti via streaming. Inoltre, Cue conferma che già da ora è possibile sottoscrivere dei pacchetti via cavo su Apple TV, se le azienda che offrono questi servizi decideranno di farlo: “Se Comcast o qualsiasi altro provider vuole farlo, sono già in grado di attivare tutto con l’attuale Apple TV. Vogliamo arrivare al punto in cui gli utenti sono in grado di comprare ciò che vogliono, come vogliono. La strategia è diversa rispetto a quella dell’App Store e sarà molto più libera per i servizi terzi”. Cue ci tiene a precisare che tvOS consente agli sviluppatori di creare tantissime tipologie di app, e questo porterà ad una piattaforma veramente innovativa.

News