Apple denunciata da due suoi dipendenti

Apple si appresta ad affrontare una nuova causa legale, questa volta per la denuncia presentata da due suoi dipendenti di un Apple Store.

apple-storefront

Il giudice distrettuale William Alsup di San Francisco ha autorizzato la class-action nei confronti di Apple, accusata di adottare una politica umiliante quando i dipendenti lasciano il negozio. Apple, infatti, obbligherebbe i dipendenti a farsi controllare zaini e borse prima di uscire, per scoprire se ci sono oggetti rubati dagli scaffali.

Secondo quanto riportato da Reuters, i due querelanti rappresenterebbero ben 12.000 dipendenti degli Apple Store, sia attuali che ex, stanchi di questo comportamento. Sembra addirittura che in una e-mail interna, Tim Cook abbia scritto ai dirigenti dell’azienda che “i dipendenti devono essere trattati come criminali“, dopo una serie di furti avvenuti in Apple Store di tutto il mondo.

Apple si sta difendendo affermando che non è possibile avviare una class-action, visto che i controlli non riguardano tutti i dipendenti, e che il tempo perso per i controlli non è tanto da meritare un pagamento ulteriore in qualità di indennizzo.

News