Ripercorriamo la storia del WWDC: 2008, arriva l’App Store!

28 Maggio 2014 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Continua la nostra marcia di avvicinamento al 2 giugno, con l’appuntamento quotidiano dedicato ai precedenti WWDC. Dopo avervi raccontato quello che avvenne nel 2007, oggi torniamo indietro di 6 anni e parliamo del keynote del 2008.

wwdc 2008

Il WWDC 2008 si contraddistingue da subito per la grande attesa: per la prima volta, l’evento fa registrare il tutto esaurito, grazie soprattutto al grandissimo successo del primo iPhone e all’attesa per il secondo modello che sarebbe stato presentato durante il keynote. Ma le novità furono tante.

Il keynote inizia puntuale alle ore 10 locali del 9 giugno. Siamo sempre a San Francisco, nello storico Moscone Center. Lato sviluppatori, la novità più importante presentata da Steve Jobs è l’App Store: per un anno, gli utenti iPhone non hanno potuto installare app terze (se non tramite Jailbreak o webapp), a causa delle restrizioni imposte da Apple. Dal 9 giugno 2008 le cose cambiarono per sempre, grazie all’arrivo di questo store e di tante applicazioni che hanno contribuito al grande successo di iPhone e iPad. Per tutti, l’App Store è una rivoluzione nel modo in cui vengono distribuite le applicazioni, con Apple che terrà il 30% dei ricavi ma che si occuperà anche di gestire le vetrine, i server e la logistica.

Jobs presenta poi l’iPhone 3G, il primo iPhone ad essere disponibile anche in Italia. Il primo modello ha avuto un grande successo, ma mancavano caratteristiche fondamentali come il 3G e il GPS, che furono integrate proprio nell’iPhone presentato in questa occasione.

Altra grande novità è MobileMe, con il quale Apple sostituiva .Mac e voleva offrire agli utenti una serie di servizi online a pagamento (come gli account mail e l’archiviazione dei dati su uno spazio di 20GB). Sappiamo tutti come è andata a finire: MobileMe era pieno di bug e dopo qualche anno fu sostituito dal ben più funzionante, e gratuito, iCloud.

Lato mobile, Apple presenta anche OS 2 per iPhone, con il relativo kit per consentire agli sviluppatori di creare applicazioni (SDK). Arriva anche Snow Leopard, che non porta particolari novità se non alcuni miglioramenti nelle prestazioni.

 

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.