Facciamo chiarezza sulla situazione attuale del Jailbreak di iOS 4.2.1 e 4.3

In questi giorni le notizie sul jailbreak, le guide e i vari metodi si succedono a passo davvero rapido. Questo, soprattutto negli utenti meno esperti e preparati, genera spesso confusione ed incertezza su come procedere per eseguire questa procedura di sblocco dei propri iPhone, che si rivela indispensabile per tutti gli utenti in possesso di un iPhone straniero che intendono eseguire l’unlock con Ultrasn0w. In questo articolo cercheremo di chiarire ed analizzare la situazione del jailbreak e dell’unlock specificando, per ogni device, quali sono i tool che consentono di sbloccarlo.

Jailbreak iOS 4.2.1

Dicesi Jailbreak il processo che consente di installare ed eseguire codice non firmato, si effettua tramite programmi appositi (come PwnageTool, GreenPoison, Limerain o SnowBreeze). Il vantaggio principale della modifica, è l’accesso a Cydia, il quale permette di installare appunto applicazioni con codice non firmato. Maggiori info sul Jailbreak possono essere trovate nell’apposita pagina del Wiki di iPhoneItalia cliccando qui.

Vediamo quali tool possono essere utilizzati per eseguire il jailbreak di iOS 4.2.1:

iPhone

iPod touch

  • iPod touch: non può essere aggiornato a questa versione del firmware, può essere sbloccato alla versione 3.1.3 utilizzando Spirit (download – guida).
  • iPod touch 2G (modello MB): potete eseguire un Jailbreak di tipo Untethered utilizzando Redsn0w 0.9.6b4 (download – guida al Jailbreak).
  • Pod touch 2G (modello MC): potete eseguire un Jailbreak di tipo semi-tethered utilizzando Redsn0w 0.9.6b4 (download – guida al Jailbreak). Se avete un sistema operativo Mac, potete utilizzare l’ultima versione beta di Redsn0w 0.9.7 per eseguire un Jailbreak di tipo Untethered. Tuttavia questa procedura non vi permetterà di utilizzare l’applicazione Skype che crasherà all’apertura e richiede l’utilizzo del firmware 4.2 beta 3 e i certificati SHSH per tale firmware.
  • Pod touch 3G: potete eseguire un Jailbreak di tipo semi-tethered utilizzando Redsn0w 0.9.6b4 (download – guida al Jailbreak). Se avete un sistema operativo Mac, potete utilizzare l’ultima versione beta di Redsn0w 0.9.7 per eseguire un Jailbreak di tipo Untethered. Tuttavia questa procedura non vi permetterà di utilizzare l’applicazione Skype che crasherà all’apertura e richiede l’utilizzo del firmware 4.2 beta 3 e i certificati SHSH per tale firmware.
  • Pod touch 4G: potete eseguire un Jailbreak di tipo semi-tethered utilizzando Redsn0w 0.9.6b4 (download – guida al Jailbreak). Se avete un sistema operativo Mac, potete utilizzare l’ultima versione beta di Redsn0w 0.9.7. Ecco la nuova guida per il Jailbreak Untethered!

iPad

È inutile domandare in ogni articolo quando verrà rilasciato un Jailbreak definitivo per il firmware 4.2.1. La risposta è che, probabilmente, esso non verrà mai rilasciato, se non assieme a quello dedicato ad iOS 4.3. Ciò renderebbe lo sblocco di iOS 4.2.1 perfettamente inutile così come lo è stato per il firmware 4.0.2. Non appena si avranno novità saremo noi a comunicarvele, come sempre, in maniera tempestiva.

Jailbreak iOS 4.3 beta 1

Apple ha recentemente rilasciato il firmware 4.3 beta 1 dedicato agli sviluppatori. Si tratta della prima versione di prova del prossimo aggiornamento del software di iPhone, iPod touch e iPad che verrà rilasciato il prossimo mese. Al momento, gli unici utenti che possono eseguire il Jailbreak (semi-tethered) e l’installazione di Cydia su tale versione di iOS sono coloro che hanno aggiornato il proprio iPhone 4 al firmware 4.3 beta 1.

Trovate la guida completa per eseguire il Jailbreak cliccando qui. Sconsigliamo in ogni caso di seguire la suddetta poichè, specialmente per gli utenti meno esperti, essa potrebbe rivelarsi particolarmente complicata e recare danni al dispositivo.

Nota 1: per jailbreak tethered si intende che, dopo aver eseguito questa procedura, sarà necessario riconnettere il dispositivo al computer ad ogni riavvio ed utilizzare nuovamente Redsn0w selezionando l’opzione “Just boot tethered right now”. Senza eseguire questa opzione, infatti, il dispositivo resterà in Recovery Mode e non sarà possibile accenderlo normalmente. Per jailbreak untethered, invece, si intende il classico jailbreak (come quello attualmente eseguito da Limera1n e Greenpois0n sul firmware 4.1) che non presenta questa limitazione. Il jailbreak semi-tethered, invece, consente il riavvio del dispositivo ma inibisce l’uso di Cydia e delle applicazioni da esso scaricate. Inoltre, se installerete una qualsiasi estensione del MobileSubstrate, il jailbreak diverrà di tipo Tethered.

Nota 2: per quanto riguarda, invece, il Jailbreak di iOS 4.1 e precedenti, tutti gli utenti possono procedere ed eseguire il jailbreak con uno dei tool più famosi quali Limera1n e Greenpois0n. Trovate le procedure per lo sblocco tramite l’apposita sezione di iPhoneItalia.

Unlock (sblocco parte telefonica)

Gli utenti in possesso di un iPhone straniero, acquistato all’estero e quindi SIM-locked, sanno benissimo che non possono utilizzare, almeno nativamente, una scheda gestore italiana all’interno del proprio dispositivo. Fortunatamente, ricorrendo al Jailbreak, esiste una modifica chiamata Unlock che consente di utilizzare qualsiasi scheda anche con gli iPhone stranieri (solo 3G e 3GS).

Attualmente, gli utenti che hanno aggiornato il proprio device ad iOS 4.1 o 4.2.1 possono procedere in due modi:

  • Utilizzando PwnageTool Unlock Edition (guida).
  • Utilizzando Redsn0w 0.9.6b5 (guida).

In entrambi i casi verrà installata la baseband (parte telefonica) dell’iPad 3G (processo da eseguirsi in maniera semi-automatica) che potrà poi essere sbloccata, una volta installato Cydia e quindi eseguito il Jailbreak, con Ultrasn0w 1.2.

Approfondimenti