Dopo il primo “silurato” per l’AntennaGate, Mark Papermaster, ecco Bob Mansfield al lavoro su iPhone 5!

09 agosto 2010 di Gigi Calabrò

Lasciatemi dire che non me l’aspettavo. Apple dopo il polverone creatosi a causa dell’ormai storico AntennaGate sembrava aver risalito la china convincendo anche i più scettici che si trattasse di un falso problema, ingigantito dai Media per danneggiare l’azienda. Eppure qualche giorno fa proprio Apple, come abbiamo visto, ha provveduto a licenziare il responsabile dell’iPhone 4, Mark Papermaster! E il sostituto è già al lavoro sulla sua scrivania!

Questo fa capire che, nonostante i sorrisi di facciata e i tentativi di sminuire un problema, per quanto non così vistoso, ma comunque presente, all’interno dell’azienda ci devono essere stati ben più grossi focolari, chiamiamoli così. La conferenza stampa di Steve Jobs e il successivo elargire bumper per tutti sono stati la soluzione più ovvia e immediata a qualcosa che stava prendendo una piega pericolosa. Si sa, il tam tam mediatico può far danni enormi all’immagine di un’azienda come Apple, da sempre simbolo della perfezione e del ” WE DON’T MAKE MISTAKES” ,e uscire allo scoperto con il suo rappresentante più di peso, Steve Jobs, è stata una mossa obbligata. Sembrava quindi un’allarme rientrato, la gente di nuovo contenta di rendersi conto che il problema all’antenna in realtà ce l’hanno tutti gli smartphones, e tutto sembrava essere tornato alla normalità.

Ma dietro le quinte, come tutti prevedevamo, Apple, o per meglio dire, Steve, è andato a caccia del responsabile, per dargli il ben servito. E a quanto pare, il responsabile che pagherà per tutti è stato trovato. Mark Papermaster, vicepresidente senior e capo dei progettisti che lavorano su iPod e iPhone, ha lasciato Apple: le voci ufficiali non motivano la cosa con un licenziamento, ma non ci vuole tanto a fare 2+2 e pensare che lui sia soltanto il primo di varie teste che salteranno all’interno dello staff di progettazione. Naturalmente era scontato che la prima sedia a cedere sarebbe stata quella del progettista ufficiale del nuovo melafonino, e Steve Jobs, storicamente, non perdona errori così grossolani. Dunque al posto di Papermaster è arrivato di gran carriera Bob Mansfield, finora responsabile dei chip e dello schermo multitouch. E a quanto pare non è tutto. Bob Mansfield, così sembra, si è messo immediatamente a lavoro per accelerare i tempi di progettazione di iPhone 5, che, per volontà di Steve Jobs in persona, dovrà essere talmente incredibile da far rimanere a bocca aperta anche i detrattori più convinti.

Staremo a vedere come si evolverà la cosa.

[via]

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.