Matter: come funziona il nuovo standard per la Smart Home e quali sono i dispositivi compatibili

Tutto quello che c'è da sapere sullo standard per la Smart Home.

Matter è un nuovo standard di comunicazione che mira ad uniformare le tecnologie dei prodotti per la casa intelligente e ad offrire una certa interoperabilità tra i diversi produttori, assistenti vocali e piattaforme.

matter amazon apple google

Matter: serviva un nuovo standard?

Matter è quindi un nuovo standard che mira ad unificare l’industria dei prodotti IoT, rendendo i singoli accessori più facili da configurare e gestire tramite qualsiasi dispositivo, compresi i più diffusi assistenti vocali come Alexa, Siri e Google Assistant.

matter

Il marchio Matter sui prodotti e sulle confezioni sarà garanzia di funzionalità e compatibilità con tutte le piattaforme e con tutti gli altri accessori certificati: la piattaforma riunisce brand e accessori diversi, semplificando il processo di configurazione e abbinamento dei prodotti e garantendo funzionalità e privacy tra le caratteristiche di punta. In questo modo, gli utenti potranno scegliere i prodotti che preferiscono, a prescindere dal brand e configurare così la propria casa in piena libertà e con una spesa in linea con le proprie esigenze.

Ad oggi, infatti, ci sono troppi standard separati tra loro e, soprattutto, poche piattaforme in grado di accogliere contemporaneamente tecnologie diverse. I prodotti di uso consumer sono, per fortuna, spesso compatibili con i principali assistenti vocali e quindi basta poco per acquistare una lampadina o un termostato smart capaci di supportare HomeKit, Alexa o Google Home, magari tramite protocollo Zigbee. Tuttavia, in base alla specificità dell’accessorio e della sua installazione, ci sono svariati impianti di domotica che non supportano altre tecnologie se non quelle proprietarie.

Ne deriva che, se un utente ha realizzato un impianto da migliaia di euro per la domotica in fase di acquisto o di ristrutturazione della propria casa, con tanto di rinnovamento degli impianti a regola d’arte, è costretto a scegliere i futuri accessori in base alle compatibilità del proprio sistema, ad esempio, interruttori elettrici, relè, switch, controlli per cancelli e tapparelle, dispositivi per l’automazione dell’irrigazione e via discorrendo. Inoltre, quando si parla di sistemi così specifici, spesso è necessario chiamare un tecnico per l’installazione, cosa che fa lievitare i costi.

Chi solitamente deve migrare da un sistema all’altro, o deve integrare sistemi diversi, rischia di trovarsi con svariate app sul proprio device, svariati assistenti vocali sparsi per casa (HomePod per i prodotti HomeKit, Alexa per quelli compatibili con Zigbee e via discorrendo). Tutto questo rende poco intuitivo e facile il destreggiarsi tra le scene e le automazioni che dovrebbero, invece, semplificare la vita in casa. Ed è proprio per questo che Matter vuole raggruppare tutti i sistemi per renderli facili da usare e configurare.

Potremmo quindi rispondere alla domanda iniziale con un enorme “si”, che suona più come una speranza di semplificare un mercato così vasto e frammentato da perdere anche il suo effetto wow.

Chi sono i partner?

supporter

Matter è un progetto nato nel 2019 grazie all’alleanza tra una vasta gamma di produttori di accessori e di assistenti vocali, in primis Amazon e Google. Il progetto originario si chiamava CHIP (Connected Home Over IP) e integrava l’obiettivo della tecnologia nel nome stesso: connettere tutti i dispositivi per la domotica.

Sponsors Matter

Ad oggi, Matter risulta uno standard open-source che vanta la collaborazione di centinaia di aziende diverse ed è approvato dall’alleanza Zigbee (ora CSA) di cui fanno parte Apple, IKEA e tante altre.

Per citare alcuni tra i marchi principali che collaborano su Matter, tra promoter, adopter, e partecipanti:

  • Amazon
  • Apple
  • Google
  • Haier
  • Huawei
  • IKEA
  • LG
  • Oppo
  • Samsung
  • Signify
  • Somfy
  • Arlo
  • Belkin
  • BOE
  • BOSE
  • Meross
  • Dyson
  • ecobee
  • eve.
  • GE Lightning
  • GEWISS
  • BroadLink
  • EZVIZ
  • LifeSmart
  • Hisense
  • Honor
  • HP
  • Intel
  • iRobot
  • LEDVANCE
  • LIFX
  • Logitech
  • Aqara
  • Mastercard
  • Mediatek
  • Meizu
  • Miele
  • Meta
  • Nanoleaf
  • OSRAM
  • Qualcomm
  • CoolKit
  • Sonos
  • tado
  • Tesla
  • Tp-Link
  • VIMAR
  • Vivo
  • Xiaomi

Retrocompatibilità

Il funzionamento di Matter non è totalmente differente da quello dei dispositivi che giù conosciamo e si basa, sostanzialmente, sul controllo tramite rete WiFi e un HUB per la gestione, il quale potrà essere un router, un apparecchio specifico, un device Thread oppure uno smartphone o un tablet.

Thread è un protocollo che esiste da circa otto anni, sebbene abbia raggiunto la popolarità negli ultimi tempi, ed è sviluppato appositamente per la Smart Home. Ovviamente, nonostante i principali standard esistano già da tempo, la retrocompatibilità di Matter non è garantita per tutti i dispositivi e questa scelta dipende esclusivamente dal produttore dei singoli accessori.

C’è chi potrebbe scegliere di adattare i dispositivi già esistenti a questo nuovo standard così come chi potrà proporre intere lineup di nuovi device con Matter.

Quando arriva Matter?

matter

Matter 1.0 è disponibile dal giorno 3 Novembre 2022. Ovviamente, si tratta di una tecnologia in fase di sviluppo che si diffonderà a partire dai prossimi mesi e che, probabilmente, richiederà diverso tempo per una transizione completa. Questo non deve spaventare gli utenti che hanno già dei dispositivi smart in quanto nessun vecchio standard verrà ritirato o cancellato e tutto continuerà a funzionare correttamente.

Di contro, chi sta investendo oggi su un nuovo sistema per la casa intelligente potrebbe già iniziare a guardare e preferire i dispositivi con standard Matter per essere pronto alla transizione futura e integrare così sempre più prodotti nella propria rete intelligente domestica.

Quali sono i dispositivi compatibili con Matter?

matter

Ad oggi, i dispositivi compatibili con lo standard Matter sono i principali prodotti per la domotica di Philips HUE, Nanoleaf, Aqara, Brilliant, Schneider Electric, Amazon, Samsung ed Eve.

Nel dettaglio, tutti i prodotti Apple aggiornati alle ultime versioni supportano lo standard Matter. I dispositivi Amazon, come eero ed Echo, verranno aggiornati a Dicembre per supportare Matter (esclusi fino al 2023 iOS e Thread dagli update Amazon).

Ecco i prodotti:

Produttore Device
Amazon Echo Dot 5ª gen
Amazon Echo 4ª gen
Amazon Echo Dot 3ª gen
Amazon Echo Studio
Amazon Echo Show 8 2ª gen
Amazon Echo Show 10 3ª gen
Amazon Echo Show 5 2ª gen
Amazon Echo Dot 4ª gen
Amazon Echo Show 5
Amazon Echo 3
Amazon Echo Input
Amazon Echo Flex
Amazon Echo Plus 2
Amazon Echo Show 8
Yale Assure Lock 2
IKEA In attesa di nuovo HUB
Philips HUE Tutti i prodotti
Apple HomePod
Apple Apple TV
Apple iPhone (iOS 16.1)
Apple iPad (iPadOS 16.1)
Apple Mac (macOS Ventura)
Nanoleaf In arrivo nel 2023
Eve Energy
Eve Motion
Aqara HUB M2

iPhone 14 Pro in sconto su amazon logo

Approfondimenti