Recensione Apple Watch Serie 8: serviva davvero? – VIDEO

Nell'anno di "Ultra" l'Apple Watch tradizionale si rinnova, ma in modo "soft" e senza stravolgere l'esperienza utente.

Apple Watch Serie 8 introduce alcune piccole novità rispetto al modello dello scorso anno. Un upgrade anno su anno è quindi sicuramente da escludere, ma questo Apple Watch resta il più completo mai proposto fino ad oggi. Lo abbiamo provato per qualche giorno e di seguito vi proponiamo la nostra recensione completa.

Design

Totalmente immutato è il design. Apple Watch Serie 8 resta totalmente identico al modello dello scorso anno, differenziandosi ancora una volta in due linee, la Sport e la Classica, e in due dimensioni di cassa, 41mm e 45mm. Non sono cambiate neanche le colorazioni presenti in lineup ed è garantita la compatibilità con i cinturini di Apple Watch di generazione precedente (tra cui i costosissimi modelli Hermes).

Lo schermo è di nuova concezione, esattamente come sul Serie 7, quindi questo consente di utilizzare e personalizzare dei quadranti più colorati e ricchi di informazioni.

Caratteristiche

Su Apple Watch Serie 8 troviamo tutte le caratteristiche a cui ci siamo abituati in questi anni di Apple Watch. Non manca, infatti, il monitoraggio della frequenza cardiaca con avvisi su eventuali alterazioni del ritmo, la funzionalità ECG, il monitoraggio dell’ossigenazione del sangue, il rilevamento delle cadute, il monitoraggio del sonno e ora anche il monitoraggio della temperatura corporea.

Questa funzionalità è comunque pensata esclusivamente nell’ottica di migliorare il monitoraggio del ciclo e dell’ovulazione nel pubblico femminile. Pertanto risulta relativamente inutile in altri contesti, anche perché (ad oggi) watchOS 9 non include un’app “Termometro” per monitorare la temperatura corporea direttamente dal polso.

L’altra novità del Serie 8 riguarda il rilevamento degli incidenti, una funzionalità che si spera di non utilizzare mai ma che, in casi sfortunati, potrà essere d’aiuto. L’Apple Watch farà in modo di inoltrare la segnalazione di incidente ai nostri contatti di emergenza, condividendo con essi anche la posizione del sinistro. Verranno anche attivati i numeri di emergenza per richiedere soccorso anche quando noi non potremo farlo.

Conclusioni e Prezzi

Apple Watch Serie 8 non è in alcun modo indirizzato ai possessori di un Apple Watch Serie 7. Si tratta di un modello pensato per diventare appetibile agli occhi di chi . Di buono c’è tutto ciò che di buono c’era in Apple Watch Serie 7, con l’aggiunta del rilevamento degli incidenti e del sensore di temperatura La criticità sta nel prezzo, anche a fronte del target di pubblico a cui questo prodotto si riferisce, specialmente in un listino in cui figura un rinnovato Apple Watch SE che viene offerto a cifre decisamente più interessanti.

Il prezzo di Apple Watch Serie 8 è aumentato su tutto il listino e non di pochissimo. Rispetto ad un anno fa (quando il Serie 7 partiva da 439€) oggi l’Apple Watch nella versione da 41mm parte da 509€, con il modello da 45mm che sale a 549€. Un aumento di prezzo chiaramente ingiustificato dall’innovazione del nuovo modello (davvero contenuta) ma da ricercarsi, più che altro, nelle ragioni macro-economiche che ci interessano in questo periodo. Nonostante questo aumento, Apple Watch Serie 8 resta la proposta più completa e che saprà resistere meglio alla prova del tempo e degli aggiornamenti di watchOS.

8

Apple Watch Serie 8 è sostanzialmente un “Serie 7s”. Il punto è un altro: non si tratta di un aggiornamento hardware indirizzato a chi ha appena acquistato un Serie 7. Apple Watch Serie 8 è semplicemente il top di gamma di quest’anno (se si esclude Ultra) arricchito e preservato nelle sue iconiche caratteristiche. Semplicemente il miglior Apple Watch fino ad oggi, ma non per questo la migliore opzione per tutti.

  • Design
    8
  • Caratteristiche
    8
  • Software
    8
  • Qualità/Prezzo
    8

Apple iPhone 14 Plus in pre-ordine su

News