AirPods Pro, AirPods 3 o AirPods Pro 2, conviene acquistare il nuovo modello?

Quali sono le differenze tra AirPods Pro e AirPods Pro 2? Conviene acquistare il nuovo modello per chi già possiede il primo? E con gli AirPods 3?

Gli AirPods Pro 2 sono arrivati a quasi tre anni dal lancio del primo modello, apportando diverse novità come la trasparenza adattiva, i controlli touch per regolare il volume e la ricerca di precisione.

airpods pro 2

Gli AirPods Pro di prima generazione non vengono più venduti da Apple e i prezzi su Amazon sono in calo. Per questo motivo, alcuni utenti potrebbero decidere se acquistare gli AirPods Pro di prima generazione scontati o la versione di seconda generazione, mentre chi ha già i primi AirPods Pro può valutare se vale la pena o meno acquistare il nuovo modello.

LEGGI ANCHE: AirPods Pro 2, tutte le caratteristiche

AirPods Pro o AirPods Pro 2?

Le due generazioni di AirPods Pro condividono la stragrande maggioranza delle loro caratteristiche, a partire dal design, ma ci sono anche alcune differenze di cui tener conto.

In primis, gli AirPods Pro 2 hanno la cancellazione attiva del rumore migliorata, fino a due volte superiore rispetto al modello precedente. Abbiamo anche la nuova modalità Trasparenza adattiva, che permette a chi ascolta di non isolarsi dal mondo. Grazie al chip H2, l’elaborazione on-device riduce il rumore ambientale forte, come la sirena di un’autoambulanza, i lavori ins trada, o anche gli altoparlanti ad un concerto, per un ascolto quotidiano più confortevole.

Presente anche un nuovo driver audio a bassa distorsione e un amplificatore personalizzato per bassi più ricchi e un suono più chiaro, oltre al già citato chip H2. Differenze anche per il Bluetooth, che passa dalla versione 5.0 alla 5.3 (migliore efficienza, anche energetica).

Sugli AirPods Pro 2 abbiamo anche i sensori di rilevamento della pelle per il rilevamento nell’orecchio, oltre ai controlli touch per la regolazione del volume. Ora, anche la custodia di ricarica è resistente all’acqua e al sudore con certificazione IPX4

Batteria migliorata, che passa da 4,5 a 6 ore di ascolto con cancellazione attiva del rumore in funzione, secondo i dati Apple. Grazie alla custodia di ricarica, si può arrivare a 30 ore di ascolto, contro le 24 degli AirPods Pro di prima generazione.

Novità anche per la custodia di ricarica MagSafe, che ora ha uno speaker integrato per facilitarne il ritrovamento. In confezione, è disponibile anche la variante XS degli auricolari in silicone, oltre alle misure S, M ed L presenti anche nel modello precedente.

Nel complesso, gli AirPods Pro di seconda generazione offrono un aggiornamento modesto rispetto alla generazione precedente, con miglioramenti sì apprezzabili su tutta la linea, ma con poche nuove funzionalità indispensabili.

Se avete acquistato da poco gli AirPods Pro di prima generazione, probabilmente non vale la pena cambiarli per il nuovo modello. Se, invece, possedete la prima generazione da più di un anno, con magari segni di invecchiamento della batterie, potreste valutare l’acquisto dei nuovi AirPods Pro 2.

Infine, se per voi la modalità Trasparenza, i controlli touch, le novità della custodia e la maggiore autonomia sono fondamentali, allora non ci sono dubbi: gli AirPods Pro 2 sono la scelta consigliata.

AirPods Pro 2 o AirPods 3?

Gli AirPods 3 e gli AirPods Pro 2 condividono un gran numero di caratteristiche importanti, come l’audio spaziale con tracciamento dinamico della testa, la resistenza al sudore e all’acqua e i sensori di rilevamento della pelle. Tuttavia, vi sono alcune differenze significative che vale la pena sottolineare, tra cui il design e la cancellazione attiva del rumore.

Gli AirPods standard sono ormai molto simili agli AirPods Pro e offrono quasi tutte le stesse funzioni a un prezzo inferiore. Di conseguenza, gli AirPods di terza generazione potrebbero essere la scelta migliore per la maggior parte dei potenziali acquirenti. Se si possiedono anche gli AirPods Max, che offrono già l’ANC, e si è alla ricerca di un paio di cuffie aggiuntive da utilizzare durante l’allenamento o in viaggio, anche gli AirPods di terza generazione sono una buona scelta

È consigliabile acquistare gli AirPods Pro 2 solo se si preferisce in particolare la vestibilità (design in-ear, a differenza del semi in-ear degli standard) e il suono migliorato che possono offrire gli auricolari in silicone, o se si ha bisogno della cancellazione attiva del rumore. Vale la pena acquistare gli AirPods Pro anche se serve funzione di accessibilità Conversation Boost di Apple. Altrimenti, i progressi del chip H2, i piccoli miglioramenti della durata della batteria e la trasparenza adattiva potrebbero non rappresentare una serie di miglioramenti utili rispetto agli AirPods standard.

iPhone 14 Pro in sconto su amazon logo

Approfondimenti