Recensione iPad Air 2022: un “Pro” sotto mentite spoglie! – VIDEO

iPad Air 2022 resta simile al modello del 2020 ma si evolve in modo determinante sul fronte del processore e della connettività.

C’è poco di nuovo in iPad Air 2022, ma quel poco di nuovo che c’è basta a renderlo l’iPad perfetto praticamente per tutti. Che vogliate osare qualcosa in più per scegliere il Pro o che stiate valutando il Mini per spendere leggermente meno, iPad Air 2022 è inequivocabilmente il compromesso migliore per quest’anno.

Design – iPad Air 2022

Il design di iPad Air 2022 viene mutuato totalmente da quello di iPad Air del 2020. Non cambiano le cornici, non cambia il retro in alluminio, non cambia la disposizione di porte e pulsanti, non cambia il peso. In realtà non cambiano neanche lo schermo, gli altoparlanti, la fotocamera posteriore e altro ancora, ma di questo parleremo più avanti. Sul fronte estetico c’è stato un buon riciclo, diciamocelo, ma di base iPad Air 2022 resta un prodotto moderno e ora anche più potente rispetto al passato.

Pur non cambiando nelle forme, invece, viene aggiornato il funzionamento dei tasti del volume, ad esso ispirato a quello dell’ultimo iPad Mini: in sostanza adesso i due tasti del volume cambieranno funzione seguendo l’orientamento del dispositivo. È una novità a cui è necessario abituarsi, ma che se sarà estesa (come pare) a tutta la lineup iPad diventerà presto intuitiva.

Non cambiando il design viene inoltre mantenuta la compatibilità con tutti i precedenti accessori (che di base sono gli stessi dell’iPad Pro da 11 pollici) e questa è sicuramente una buona notizia per chi decide di effettuare un upgrade. Anche perché la Apple Pencil, la Smart Keyboard ed eventuali custodie originali hanno comunque il loro prezzo.

La mancanza più importante rispetto al Pro la si avverte, invece, nel sistema di sblocco: iPad Air 2022 riprende lo stesso Touch ID integrato nel tasto di accensione che abbiamo visto sul modello di precedente generazione e poi anche su iPad mini. Per quanto rapido e preciso, questo sensore non riesce ad eguagliare la praticità del Face ID che troviamo sui modelli Pro. Una minore praticità che non si riscontra solo nello sblocco, ma anche nell’apertura delle app protette e nei pagamenti con Apple Pay.

Schermo

Invariato rispetto a quello del modello precedente, lo schermo di iPad Air 2022 è un IPS da 10.9 pollici con cornici ridotte e comodo da utilizzare sia in orizzontale che in verticale. Rispetto ad un iPad Pro manca quindi ProMotion, ossia il refresh rate variabile fino a 120 Hz, ma nel complesso la qualità del Liquid Retina di iPad Air è sorprendente. La luminosità è davvero elevata e consente una visione ottimale anche sotto la luce diretta del sole, il contrasto è particolarmente elevato e i neri profondi (ma certamente non come quelli di un MiniLED o di un OLED).

La risposta del touch è sempre precisa, tanto con le dita quanto con la Apple Pencil di seconda generazione che permette di scrivere, disegnare ed editare con una bassissima latenza. Buono anche il trattamento anti-impronte e il rivestimento anti-riflesso, quest’ultimo ancora assente sull’iPad standard anche nel 2022 (follia!).

Lo schermo di iPad Air è lievemente più piccolo di quello di iPad Pro, ma è perfetto sia per l’utilizzo in modalità laptop con la Smart Keyboard che come dispositivo di fruizione di film e serie TV.

Hardware – iPad Air 2022

iPad Air 2022 si aggiorna, in particolare, con l’introduzione dello stesso processore che troviamo su iPad Pro, ossia il super-performante chip M1. Questo processore derivato direttamente dai Mac trasforma l’iPad Air in un vero e proprio iPad Pro, almeno dal punto di vista delle prestazioni. Tutto sarà più veloce e immediato grazie all’M1, dall’avvio delle applicazioni all’esportazione di video in 4K con LumaFusion. Questo chip è abbinato ad 8 GB di RAM che permettono di eseguire un’infinità di operazioni in simultanea grazie alla gestione attenta di iPadOS 15. Il vantaggio del processore M1 su iPad Air sta anche nel ciclo di aggiornamenti più esteso che questo dispositivo otterrà rispetto ai modelli precedenti.

Dispiace invece per il taglio base che resta da 64 GB, a cui si aggiunge la versione top da 256 GB. Purtroppo il taglio da 64 GB, nel 2022 e per un iPad in particolare, è davvero troppo poco: basta infatti scaricare qualche film dai più famosi servizi di streaming, sincronizzare qualche foto dalla libreria iCloud, scaricare qualche documento, archiviare per l’ascolto offline qualche canzone di Apple Music e il gioco è fatto. Addio ai 64 GB. Apple avrebbe potuto offrire su iPad Air un taglio base da 128 GB, esattamente come fa con i modelli Pro. In questo modo, invece, per i tagli più grandi sarà necessario un esborso extra. L’iPad Air, rispetto al Pro, utilizza due soli speaker invece che quattro, ma riesce comunque ad offrire un audio stereo di ottima qualità.

Connettività

Una svolta importante risiede nell’introduzione del 5G su iPad Air 2022, anche se al momento non saranno comunque supportate le millimetric-wave che supporta invece l’ultima generazione di iPad Pro. La versione Cellular del nuovo modello è quindi ancora più interessante quest’anno, per quanto poi alla fine si tenda sempre ad acquistare le versioni WiFi e ad utilizzare l’hotspot dal telefono.

Tuttavia, però, avere la predisposizione 5G già integrata in un tablet come questo è comunque una buona notizia, se non fosse che l’upgrade dalla versione WiFi only a quella Cellular, a parità di GB, ha un costo di ben 170€, oltre al piano tariffario mensile da abbinare all’iPad.

Fotocamera

Rispetto ad iPad Air 2020 la fotocamera posteriore non è cambiata quest’anno. È sempre una 12 megapixel con apertura f/1.8, Smart HDR 3, autofotocus con Focus Pixel, stabilizzazione elettronica e video fino a 4K a 60 fps. I risultati tra scatti e video sono in linea con le aspettative di un utente iPad e distanti dalle vette ormai raggiunte dal mercato smartphone e in particolare dagli iPhone.

La vera novità è però sul fronte: infatti iPad Air 2022 include una nuova fotocamera FaceTime HD con ultra-grandangolo, sensore da 12 megapixel e campo di visione di 122 gradi, con possibilità di allargare o restringere l’angolo a seconda della necessità di realizzare selfie in solitaria o di gruppo. Tuttavia questo è solo l’antipasto tecnico alla novità funzionale più gradita nell’era delle teleconferenze, ossia Center Stage.

Grazie a questa funzionalità l’iPad traccerà il nostro volto e lo seguirà effettuando zoom e dezoom dinamici per mantenerci sempre al centro dell’inquadratura, anche quando faremo movimenti particolarmente accentuati. Questa funzionalità è presente in FaceTime Video, in Zoom e in tantissimi altri programmi di teleconferenza.

Batteria

Nonostante la presenza del più potente chip M1, la batteria di iPad Air resta in linea con la tradizione dei tablet Apple: la batteria vi basterà per completare un’intera giornata di utilizzo intenso (con 9-10 ore continuative di attività) oppure più giornate di utilizzo occasionale per task leggeri.

La ricarica avviene in maniera abbastanza rapida grazie all’alimentatore USB-C che troviamo incluso in confezione. Dispiace per l’assenza della porta Thunderbolt 4, ma al tempo stesso Apple ha incrementato la velocità della porta USB-C fino a 10 Gbps, quindi il doppio più veloce rispetto ai modelli 2020. Questo consentirà di sfruttare la porta USB-C anche per alimentare monitor fino a 6K o per trasferire più rapidamente dei file dai dischi esterni.

Conclusioni e Prezzi – iPad Air 2022

iPad Air nella sua veste rinnovata si ripropone come il tablet più riuscito della lineup Apple. Sostanzialmente ora è davvero un “Pro” sotto mentite spoglie, grazie specialmente al chip M1 che migliora ulteriormente le prestazioni generali. Il 5G è invece un’aggiunta interessante soprattutto nel lungo periodo, ma poi di base, si sa, quasi tutti scelgono il modello WiFi e utilizzano l’hotspot del telefono per navigare con iPad. Center Stage è invece quella ciliegina sulla torta che mancava ormai solo ad iPad Air, essendo arrivata prima su iPad Pro e poi addirittura anche su iPad mini.

iPad Air 2022 parte da 699,00€ nella versione da 64 GB WiFi. Il tablet è disponibile nelle colorazioni Azzurro, Galassia, Grigio Siderale, Rosa e Viola.

8,6

iPad Air 2022 è uno spec-bump tanto superfluo quanto indispensabile. È superfluo per chi ha acquistato il modello del 2020, ma è anche necessario per offrire un prodotto al passo con i tempi e a prova di futuro. Nel confronto con iPad mini e iPad Pro, iPad Air resta il compromesso migliore anche quest’anno.

  • Design
    9
  • Schermo
    8
  • Hardware
    9,5
  • Connettività
    9
  • Audio
    8
  • Software
    9
  • Fotocamera
    8
  • Batteria
    8

Apple iPhone 13 Pro Max in sconto su

Recensioni