Cher Scarlett accusa Apple: “Volevano impedirmi di parlare”

Arrivano nuove accuse contro Apple da parte di una delle promotrici del movimento #AppleToo.

Cher Scarlett, una delle promotrici del movimento #AppleToo, ha affermato che Apple ha tentato di convincerla a firmare un rigoroso accordo di non divulgazione dopo aver lasciato la società.

apple park lavoro

Scarlett è stata una delle fondatrici del movimento #AppleToo, che ricordiamo ha cercato di portare alla luce presunti casi di razzismo, sessismo, disuguaglianza e altri problemi sul posto di lavoro. Dopo aver raggiunto un accordo con Apple, Scarlett ha accettato di lasciare l’azienda e di ritirare il reclamo del National Labor Relations Board.

Poco dopo aver concluso l’accordo, gli avvocati di Apple avrebbero tentato di convincere Scarlett a firmare rigide clausole di non divulgazione e non denigrazione come parte dell’accordo. Alcune parole presenti nell’accordo delineavano esattamente ciò che Apple voleva che Scarlett dicesse sulla sua partenza: “Dopo 18 mesi in Apple, ho deciso che è ora di andare avanti e perseguire altre opportunità“.

Scarlett ha detto a Business Insider di essere rimasta scioccata dalla clausola: “Io credo che dovrei essere in grado di dire quello che voglio fintanto che non sto diffamando Apple“.

Secondo altre accuse, sembra che Apple abbia cercato di usare clausole simili con altri dipendenti per evitare che venissero fuori storie di discriminazioni e molestie sul posto di lavoro.

Apple AirPods in sconto su

News