Recensione Beats Studio Buds: meglio delle AirPods Pro? – VIDEO

Costano meno delle AirPods Pro ma valgono di più?

Le Beats Studio Buds sono i primi auricolari true-wireless lanciati da Beats e si pongono in diretta competizione con le AirPods Pro di Apple. La domanda sorge quindi spontanea: quali scegliere? Scopriamolo all’interno della nostra recensione delle Beats Studio Buds.

Design

Il design delle Beats Studio Buds è inconfondibilmente quello di una true-wireless: c’è un case, più grande in dimensioni rispetto a quello delle AirPods Pro, che ci permette di conservare le cuffiette e di ricaricarle automaticamente ponendole all’interno; ci sono poi i Buds veri e propri che sono realizzati senza prevedere aste e con dei gommini in-ear. Nella confezione troverete tre tipologie di gommini differenti, in modo tale consentire al cliente di scegliere quello che garantisce il “fit” perfetto.

Beats Studio Buds

Come detto, la cuffia non presenta un’asta e quindi i controlli sono posti direttamente in corrispondenza del logo Beats. Non si tratta inoltre di un controllo di tipo touch, ma di un vero e proprio pulsante a cui corrispondono due azioni: con una pressione breve verrà attivata e disattivata la riproduzione, mentre con una pressione prolungata si potrà richiamare Siri o modificare le modalità di utilizzo (cancellazione del rumore, standard, modalità trasparenza).

Caratteristiche

Le Beats Studio Buds ottengono un primato importantissimo nel campo delle auricolari true-wireless. Sono infatti le prime cuffiette a poter essere abbinate con un solo tap sia con gli smartphone dotati di sistema operativo iOS che con quelli su cui è installato Android. Mentre su iOS la gestione delle cuffie verrà affidata al sistema operativo e le cuffie saranno sincronizzate e pronte per l’utilizzo con qualsiasi dispositivo legato con il medesimo Apple ID (ma senza abbinamento automatico) su Android verrà affidata sia al sistema che all’app Beats ufficiale.

Beats Studio Buds

In entrambi i casi il processo di abbinamento sarà veloce e le cuffie potranno, tra l’altro, essere abbinate a device con sistemi operativi differenti anche senza bisogno di doverle dissociare e riabbinare. Questo è probabilmente uno degli aspetti delle Beats Studio Buds che ci ha convinto di più, insieme alle tre modalità di ascolto, su cui però occorre qualche puntualizzazione. Le Beats Studio Buds insonorizzano parecchi già passivamente, motivo per cui, probabilmente, l’entrata in funzione dell’ANC si fa meno evidente rispetto alle AirPods Pro. Non sembra essere un caso, tra l’altro, perché all’opposto pare anche essere meno efficace la modalità trasparenza, che di fatto a volume al 50% non consente di comprendere bene i suoi nelle vicinanze, così come invece riusciamo a fare agevolmente con le AirPods Pro. Questo non è sicuramente un “problema”, ma un dato da tenere a mente. Il design leggermente più aperto delle AirPods Pro rende queste ultime leggermente più versatili.

Non ci sono quindi grosse differenze all’attivo tra Android e iOS in termini di esperienza, ma Beats ci ha segnalato che presto su iOS sarà possibile richiamare Siri senza utilizzare i comandi, bensì semplicemente dicendo “Ehi Siri”. Questa feature non arriverà su Android. Entrambi i sistemi supportano invece la localizzazione delle cuffie perse tramite l’app Dov’è (iOS) o Trova il mio device (Android).

Beats Studio Buds

Audio

Scendiamo nel campo della qualità audio che sta sicuramente a cuore per chi acquista una true-wireless di questo tipo. Le Beats Studio Buds offrono una qualità di ascolto generalmente paragonabile a quella delle AirPods Pro: i bassi sono leggermente già pronunciati e anche il volume generale di ascolto pare essere più elevato, per quanto possa essere attribuito al miglior isolamento offerto dalle Buds. Come detto le modalità di ascolto sono efficaci, ma meno rispetto a quanto lo siano su AirPods Pro, ma va segnalata una mancanza a mio giudizio importante: per quanto Beats sottolinei che queste cuffie siano compatibili con l’Audio Spaziale, sarebbe forse più opportuno parlare di compatibilità con il Dolby Atmos in Apple Music e negli altri servizi simili supportati. A differenza delle AirPods Pro (e Max) non potrete infatti immergervi nell’ascolto di un film o di una serie TV sentendovi parte della scena; in tal caso l’audio sarà riprodotto in stereo, ma senza avvolgervi con i relativi effetti. Ne consegue che le Beats Studio Buds sono solamente in grado di garantirvi l’ascolto stereofonico in Dolby Atmos che comunque rende molto più piacevole la riproduzione di brani in cuffia, individuando con precisione capillare la posizione di ogni strumento o voce.

Autonomia

I dati dell’autonomia rilevati durante le nostre giornate di test sono perfettamente in linea con le stime di Beats. Con i Buds fuori dal case si riescono a raggiungere senza problemi le dichiarate 8 ore di riproduzione. Aggiungendo qualche chiamata sui 10-15 minuti il valore scende leggermente, attestandosi intorno alle 6 ore. Tramite la custodia è possibile caricarle completamente per due volte in pochissimi minuti: 5 minuti di ricarica equivalgono all’incirca ad un’ora di ascolto. In questo modo potremo arrivare a totalizzare le 24 ore generali di utilizzo con una sola carica. Il case si ricarica a sua volta in pochissimi minuti tramite l’apposito ingresso USB-C (non c’è il Lightning come sulle AirPods Pro, probabilmente per non dare l’idea di prodotto Apple-centrico).

Conclusioni e Prezzi

Le Beats Studio Pro rientrano sicuramente a far parte di quella ristretta cerchia di true-wireless veramente ben studiate. Hanno il prezzo che si meritano per via della qualità che offrono: l’ascolto è davvero superiore alla media e le modalità di ascolto consentono comunque di personalizzare l’esperienza, per quanto meno esasperate rispetto all’intervento che hanno su AirPods Pro. L’autonomia è longeva, il fit è garantito e la vera chicca è la compatibilità con l’abbinamento one-tap si su iOS che su Android. Un prodotto versatile e immediato, proprio in pieno stile Beats. Peccato solo per l’assenza dell’Audio Spaziale, quello vero.

Le Beats Studio Buds sono disponibili per l’acquisto al prezzo consigliato di 149,95€ nelle colorazioni bianco, nero e rosso, anche su Amazon!

Acquista Beats Studio Buds

iPhone 12 in sconto su

Recensioni