Apple al lavoro su rivestimento anti-impronta per futuri dispositivi in titanio

In futuro, Apple potrebbe realizzare alcuni prodotti in titanio e starebbe già lavorando ad una soluzione anti-impronte.

Secondo alcuni recenti brevetti, Apple starebbe studiando un rivestimento anti-impronta per ridurre la comparsa di impronte digitali e macchie sulle superfici metalliche dei suoi futuri prodotti che potrebbero utilizzare il titanio.

Il nuovo brevetto, depositato presso lo U.S. Patent and Trademark Office, si intitola “Rivestimenti di ossido per superfici metalliche” e spiega in dettaglio come un rivestimento sottile possa ridurre significativamente la comparsa delle impronte digitali sui dispositivi.

Il mese scorso, inoltre, sono venuti alla luce alcuni brevetti per delle custodie in titanio, rivelando l’interesse di Apple per il modo in cui vari dispositivi, inclusi MacBook, iPad e iPhone, potrebbero adottare involucri in titanio con una finitura strutturata distintiva. Ora, questo brevetto di Apple ha nuovamente sottolineato i vantaggi dell’utilizzo del titanio nell’elettronica di consumo, come “alta resistenza, rigidità e durezza“.

Rispetto ad altri metalli, però, il titanio mostra facilmente le impronte digitali quando viene maneggiato. Ciò è in parte dovuto alla riflettanza relativamente bassa delle superfici in titanio e in lega di titanio.

I rivestimenti oleorepellenti convenzionali vengono solitamente utilizzati per ridurre il formarsi delle impronte digitali su superfici di vetro, come la parte anteriore e posteriore degli iPhone, ma questi tipi di rivestimenti sono molto meno efficaci sulle superfici in titanio. Per questo motivo, Apple ha la necessità di trovare nuove soluzioni.

L’azienda di Cupertino ha pensato all’utilizzo di un sottile rivestimento di ossidopensato per ridurre o eliminare gli effetti di colorazione delle interferenze causati dalle impronte digitali“. Il rivestimento di ossido di Apple consente alla superficie di un dispositivo di continuare a riflettere la luce come se non fosse presente alcuna impronta digitale, nascondendo così le macchie oleose.

Apple aggiunge inoltre che tale rivestimento anti-impronta potrebbe essere utilizzato anche su altre superfici, tra cui alluminio, lega di alluminio, acciaio, magnesio, leghe di magnesio, zirconio o leghe di zirconio, anche se è stato sviluppato principalmente per il titanio.

Cosa ne pensate della possibilità in futuro di avere dispositivi come iPhone, iPad e Mac realizzati in titanio?

AirPods Max in sconto su

Brevetti