No, il caricatore MagSafe sui vecchi iPhone non è una buona idea

Stai pensando di utilizzare il caricatore MagSafe su iPhone diversi dalla gamma 12? Forse non è una buona idea, ecco perché.

Il caricatore MagSafe di Apple riesce a ricaricare gli iPhone 12 sfruttando una potenza massima di 15W se collegato ad un alimentatore compatibile. L’accessorio funziona anche con gli iPhone precedenti, ma con velocità di ricarica molto più basse.

Diversi test effettuati su iPhone XS Max con batteria all’1%, modalità Aereo attiva e successiva ricarica di 30 minuti, dimostrano infatti che il caricatore MagSafe, pur funzionando potenzialmente a 7.5W sugli iPhone “non 12”, offre prestazioni molto più basse rispetto a un normale caricatore Qi.

Nel primo test, il caricabatterie MagSafe ha caricato l’iPhone XS Max al 13 per cento in 30 minuti, mentre nel secondo test ha caricato il dispositivo al 14 per cento in 30 minuti.

Un qualsiasi altro caricatore wireless da 7.5W ricarica l’iPhone XS Max al 25% in 30 minuti, per un risultato nettamente migliore rispetto a quello raggiunto da MagSafe.

Se hai un iPhone diverso dagli ultimi modelli è stavi pensando di acquistare un caricabatterie MagSafe per la ricarica wireless, sappi che non ne vale la pena. Non solo non potrai sfruttare la comoda funzione “magnete” disponibile solo su iPhone 12, ma avrai anche una ricarica più lenta rispetto ad un normale caricatore wireless Qi da 7.5W.

Diverso il discorso su iPhone 12, dove il caricatore MagSafe raggiunge risultati migliori rispetto ai classici Qi (30% in 30 minut), ma non è comunque in grado di raggiungere le prestazioni di un cavo da Lightning a USB-C collegato ad un alimentatore da 20W (50% in 30 minuti).

News