“App Store Confidential” è già bestseller su Amazon, anche grazie ad Apple

Il libro di Tom Sadowski App Store Confidential è già al primo posto su Amazon, anche grazie alla denuncia di Apple.

Come notato iMore, il libro App Store Condidential che Apple ha cercato di bloccare è già al primo posto come bestsellers su Amazon. Il suo contenuto potrebbe però deludere molti lettori.

App Store Confidential

Il libro, pubblicato da Murmann Verlag ad Amburgo, è una testimonianza personale dell’ex manager Tom Sadowski, che ha lavorato in Apple fino a novembre 2019. L’autore nega la divulgazione di segreti commerciali nel suo libro. Secondo Apple, invece, il libro contiene informazioni sensibili che non potrebbero essere condivise:

Apple da tempo promuove una stampa libera e sostiene autori di ogni tipo. Ci rammarichiamo del modo in cui questa persona, che è stata a lungo dipendente Apple, abbia violato il nostro rapporto di lavoro, e le sue azioni non ci hanno lasciato altra scelta se non quella di porre fine al suo impiego – una decisione concordata con i rappresentanti dei lavoratori. Tutti i lavoratori dovrebbero avere la ragionevole aspettativa che le regole di impiego siano applicate in modo equo e corretto e tutte le aziende dovrebbero avere la ragionevole aspettativa che le loro pratiche aziendali siano mantenute riservate.

Intanto, App Store Confidential è balzato al primo posto su Amazon in Germania anche e soprattutto grazie alla pubblicità indiretta fatta da Apple con la sua denuncia. Tantissimi utenti avranno pensato che, se Apple si sta muovendo in questo modo, vorrà dire che il libro contiene davvero aneddoti e informazioni riservate legate all’App Store.

In realtà, il libro non contiene nulla di così nuovo rispetto a quanto non si sapeva già sull’App Store e sulle politiche di approvazione di Apple. Ci sono alcuni racconti curiosi su una visita di Tim Cook a Berlino e diversi suggerimenti su come gli sviluppatori dovrebbero presentare le loro app ad Apple, ma nulla di particolarmente nuovo o segreto. Il resto del libro è solo un resoconto di numeri e dati legati proprio ai guadagni derivanti dalla vendita delle app. Il libro di 180 pagine, tra l’altro, si apre con una prefazione che spiega come i fatti contenuti al suo interno siano disponibili al pubblico.

Ci si imbarca quindi su un resoconto abbastanza noioso di come Sadowski abbia ottenuto il lavoro presso Apple nel 2010 per promuovere iTunes, prima di passare alla guida dell’App Store tedesco fino al 2014, quando poi ha lasciato l’azienda.  Ogni capitolo del libro di Sadowski si apre con perle di saggezza pronunciate da Steve Jobs, mentre il testo successivo è tutt’altro che rivelatore.

Se siete curiosi e capite il tedesco.

News