Apple Watch: brevettata la corona digitale in grado di riconoscere le gesture

Due brevetti Apple mostrano novità interessanti che potrebbero arrivare su Apple Watch.

Un nuovo brevetto Apple descrive un Apple Watch con una corona digitale flat e sensore ottico in grado di riconoscere le gesture, con meccanismi e sensori capaci di garantire un corretto adattamento del cinturino.

Apple sta continuando a sviluppare e studiare modi diversi per utilizzare la corona digitale di Apple Watch per aggiungere nuove funzionalità e consentire nuovi input da parte degli utenti. Nel suo ultimo brevetto, la corona potrebbe essere dotata di un sensore ottico per il riconoscimento e la risposta al tocco.

Il brevetto statunitense n. 20200033815 intitolato “Watch with Optical Sensor for User Input” afferma che:

I dispositivi elettronici portatili, come gli orologi, sono diventati sempre più popolari e le caratteristiche e le funzionalità fornite dai dispositivi elettronici portatili continuano ad espandersi per soddisfare le esigenze e le aspettative di molti consumatori.

Molti dispositivi includono componenti di input, come corone, che ricevono e rilevano input tattili da un utente durante il funzionamento. Tali componenti di input possono essere messi in primo piano sul dispositivo per un accesso immediato da parte di un utente.

È possibile che le future corone digitali possano adottare questo sensore in modo che non serva più ruotare fisicamente la corona, ma basterà semplicemente sfiorarla. Inoltre, una corona digitale potrebbe anche includere diversi sensori per rilevare sostanzialmente qualsiasi tipo di caratteristica come pressione, luce, tocco, forza, temperatura, posizione, movimento e così via.

 

Pubblicato anche un brevetto separato relativo ai cinturini per l’Apple Watch, che riguarda in particolare il problema di come Apple Watch si adatta al polso.

La soluzione mostrata nel brevetto è quella di utilizzare cinturini in grado di addattarsi in modo automono al polso dell’utente:

I cinturini per orologi potranno mantere una tensione sostanzialmente costante nonostante i movimenti del polso dell’utente, adattandosi automaticamente ai cambiamenti nelle dimensioni e nella circonferenza del polso di un utente. Mantenendo una tensione costante, i cinturini possono anche mantenere una forza costante sul polso dell’utente e di conseguenza aumentare il comfort di un utente, poiché l’orologio si adatterà di conseguenza.

Oltre al confort,  una soluzione del genere può anche aiutare a ottimizzare il funzionamento di tutti i sensori, che beneficeranno del fatto di essere tenuti sul polso dell’utente con una forza costante.

Cosa ne pensate?

Brevetti