Tim Cook parla del 5G, dei servizi e delle ottime performance di Apple

Tim Cook ha rilasciato interessanti dichiarazioni a margine della conferenza finanziaria sul primo trimestre fiscale del 2020.

Dopo la conferenza finanziaria sul primo trimestre fiscale 2020, Tim Cook e Luca Maestri hanno parlato con i giornalisti presenti e hanno offerto diversi spunti interessanti sul futuro di Apple, sugli iPhone, sul 5G e su tanto altro ancora.

iphone 11 viola

Apple ha registrato un fatturato record di 91,8 miliardi di dollari, con utili per ben 22,2 miliardi di dollari nel corso del primo trimestre fiscale del 2020, che coincide con gli ultimi tre mesi del 2019. Queste le entrate per macro categoria di prodotto, che riportiamo qui di seguito:

  • iPhone: 55.96 miliardi
  • Servizi: 12.72 miliardi
  • Mac: 7.16 miliardi
  • Indossabili, Casa e accessori: 10.01 miliardi
  • iPad: 5.98 miliardi

Per il prossimo trimestre, Apple prevede un margine lordo compreso tra il 38% e il 39%. Il 13 febbraio, Apple pagherà un dividendo in contanti di 0,77$ per azione ordinaria. Subito dopo la conferenza, le azioni APPL sono aumentata di 7,56 dollari chiudendo ad un valore di 324,25$.

Complessivamente, le vendite degli iPhone sono aumentate a due cifre in Cina rispetto allo scorso anno di oltre 400 milioni di dollari, mentre è stato registrato un calo in Giappone di 600 milioni (ma 6 dei primi 7 smartphone più venduti erano iPhone). Nelle Americhe la crescita è stata di circa 4,5 miliardi di dollari. Tre dei primi quattro smartphone più venduti in Cina nel trimestre erano iPhone. Apple ha anche aumentato le spese di ricerca e sviluppo ad una quota record, mai raggiunta in passato.

Per quanto riguarda la Cina, nel trimestre Apple ha registrato  ricavi pari a 13,58 miliardi di dollari, in aumento rispetto ai 13,17 miliardi dell’anno scorso (+3,1% anno su anno). Le entrate dalla Cina hanno raprpesentato il 14,8% delle entrate totali di Apple nel Q1 2020 fiscale.

La voce Mac ha risentito di una piccola crisi rispetto al periodo natalizio del 2018, quando erano stati da poco lanciati i nuovi MacBook Air e Mac mini. MacBook Pro e Mac Pro 2019 non avevano come target le vendite durante la vacanze.

Per quanto riguarda gli iPhone, Tim Cook fa sapere che il modello iPhone 11 è stato quello più venduto durante ogni settimana del trimestre conclusosi a dicembre. I tre dispositivi più venduti sono stati iPhone 11, iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max.

La base di installazione degli iPhone nel monto è la più alta di sempre, in crescita settimana dopo settimana. L’84% degli acquirenti business e aziendali prevede di acquistare un iPhone nel prossimo trimestre. In totale, Apple ha superato 1,5 miliardi di installazioni attive in tutto il mondo, con un aumento di 100 milioni nel corso degli ultimi 12 mesi.

I servizi sono cresciuti del 17% anno su anno in tutto il mondo, con un record trimestrale per App Store e Apple Care. Apple News ha ora 100 milioni di utenti mensili. I ricavi e le transazioni di Apple Pay sono più che raddoppiati rispetto all’anno precedente, con un totale di 15 miliardi in tutto il 2019. Tim Cook ha definito i primi mesi di Apple TV+ come “entusiasmanti” per numero di utenti e soddisfazione dei clienti. Oltre 418 milioni di abbonamenti a pagamento sono stati registrati su tutte le piattaforme incluso App Store, fino a 120 milioni in più anno su anno. Entro fine anno l’obiettivo è di raggiungere i 600 milioni di dollari. Tim Cook ha escluso che su Apple TV+ possa mai arrivare la pubblicità per diminuire i prezzi degli abbonamenti. Apple non ha rilasciato i dati sul numero di abbonati al servizio.

Tim Cook ha descritto il 2019 come un “anno storico” per i servizi, a seguito del lancio di Apple Card, Apple TV+, Apple News+ e Apple Arcade: “Le entrate del trimestre hanno raggiunto $ 12,7 miliardi, un record assoluto, in crescita del 17% rispetto allo scorso anno. Ancora una volta abbiamo visto una crescita a doppia cifra in tutti e cinque i nostri segmenti geografici e stabilito nuovi record di sempre per più categorie tra cui servizi cloud, musica, servizi di pagamento e la nostra attività di annunci di ricerca su App Store, nonché un record del trimestre di dicembre per l’App Store e AppleCare“.

Da soli, gli indossabili Apple hanno un fatturato dalle dimensioni di un’azienda all’interno della classifica Fortune 150. Apple Watch ha registrato entrate record e oltre il 75% degli acquisti è stato effettuato da nuovi utenti che mai avevano acquistato uno smartwatch Apple in passato. In totale, la crescita degli indossabili ha raggiunto il 44% anno su anno. Tim Cook: “Penso che con ogni prodotto Apple acquistato da un cliente rafforzi l’intero ecosistema, perché questa è la ragione per cui stanno acquistando quel dispositivo“.

Tim Cook ha confermato che Apple ha avuto difficoltà nel tenere il passo con la domanda di AirPods e Apple Watch Series 3 durante il trimestre delle vacanze natalizie. “Prima di iniziare la produzione abbiamo delle stime, ma la domanda ha volta può superare le nostre aspettative. Nelle prossime settimane la produzione dovrebbe rientrare a regime“. La forte richiesta di Apple Watch Series 3 è stata guidata dalle offerte e dalle promozioni proposte da Apple.

Il Mac Pro ha avuto una forte risposta dalla comunità dei professionisti in vari settori. Gli Apple Store, intanto, hanno raggiunto cifre record sia per quanto riguarda lo store online che quelli fisici. Crescita a doppia cifra per la vendita degli iPhone negli Apple Store.

Per la prima volta, le entrate degli indossabili (AirPods, Beats, Apple Watch) hanno superato quelle dei Mac.

Luca Maestri fa sapere che l’aliquota fiscale di Apple è del 14,2% e che l’accordo con Qualcomm per la fornitura dei chip 5G non avrà un impatto forte sulle entrate. Il 100% delle aziende sanitarie nella classifica Fortune 500 utilizza tecnologie Apple

Sul 5G, Tim Cook ha detto che è un’area di interesse per Apple ma non ha lasciato alcuna dichiarazione su possibili dispositivi hardware futuri: “Non commentiamo i prodotti futuri, quindi provo a eludere un po’ la domanda sui prossimi iPhone. Per quanto riguarda il 5G, penso che siamo nelle prime fasi della distribuzione su base globale. Ovviamente non potremmo essere più orgogliosi della nostra formazione su questo ambito e siamo anche molto entusiasti della nostra pipeline. Prezzi più alti? Non commento questa voce“.

Per l’AR, invece, il CEO di Apple ha confermato che in futuro avrà sempre più applicazioni in ambito consumer, ma anche enterprise: “Raramente ci sono nuove tecnologie chiave per entrambi i segmenti. I due settori cammineranno di pari passo“.

Il trimestre fiscale Q1 2020 ha fatto capire ancora una volta che Apple è molto forte, sempre più forte, in tantissimi ambiti che vanno dalle vendite degli smartphone ai servizi. Qualche piccola frenata in ambito Mac, frutto anche di un mercato molto complesso. In generale, però, Apple gode di buonissima salute.

News