Bloomberg: il coronavirus farà ritardare il lancio dell’iPhone 9

Il coronavirus farà ritardare il lancio dell'iPhone 9?

La prevista produzione dell’iPhone 9 (o iPhone SE 2) potrebbe subire dei ritardi a causa del coronavirus che ha provocato la morte di oltre 100 persone in Cina.

iphone 9 2020

Proprio ieri abbiamo affrontato il discorso delle possibili ripercussioni che questo virus potrebbe avere sulle attività Apple in Cina, e oggi Mark Gurman di Bloomberg conferma queste preoccupazioni.

La stragrande maggioranza degli iPhone sono realizzati in Cina, precisamente da Foxconn a Zhengzhou e da Pegatron in uno stabilimento di assemblaggio vicino Shanghai. Queste due località sono a più di 500 chilometri da Wuhan, l’epicentro dell’epidemia di questo virus. Malgrado questa situazione, Gurman afferma che la distanza “non immunizza nessuno dagli effetti del virus” e che c’è forte preoccupazione anche in quelle zone.

Una delle fonti con cui ha parlato Gurman ha detto che la catena di produzione sarà sicuramente interrotta o, comunque, subirà forti ritardi. Ovviamente questo problema riguarda Apple e tutte le aziende che hanno fornitori in Cina per la produzione di smartphone e di altri dispositivi elettronici.

Per Apple, il problema è più evidente perché l’azienda starebbe per lanciare l’iPhone 9. La produzione di questo dispositivo sarebbe dovuta iniziare tra poche settimane, ma il coronavirus potrebbe fortemente far ritardare la tabella di marcia: “Non riesco ad immaginare uno scenario diverso da questo. I ritardi riguardano la fornitura delle materie prime, ma anche la fabbricazione, l’assemblaggio, i test e la spedizione dei prodotti dalla Cina al resto del mondo“. Il problema è che alcune fabbriche di Foxconn e Pegatron potrebbero chiudere per diversi giorni.

La produzione degli iPhone 12 dovrebbe invece iniziare tra qualche mese quando, si spera, il picco della diffusione di questo virus sarà terminato.

Apple iPhone 13 Pro Max in sconto su

News