Pagelle 2019: iPhone 11 e la tanta sostanza

Pagelle 2019 dedicate al mondo iPhone con i nuovi iPhone 11 che hanno mostrato tutto il loro potenziale convincendo non poco gli utenti.

Tempo di bilanci anche per il mondo iPhone che quest’anno ha visto ricevere uno scossone generale con la gamma di prodotti visti a settembre 2019. iPhone 11, iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max non saranno stati rivoluzionari come iPhone X due anni fa, ma a loro modo hanno completamente cambiato il modo di pensare legato allo smartphone di Apple.

iphone 11

L’assenza principale è stata quella dell’evento che un po’ tutti consideravano uno standard, ovvero quello a metà dei primi sei mesi del nuovo anno in cui tendenzialmente si vedeva l’iPhone di colore rosso di turno. Peccato, non sarebbe stato male vedere un iPhone XS con quella veste rossa nel retro e nera nel fronte che tanto ci è piaciuta con iPhone 8 ed iPhone 8 Plus. Stesso discorso per l’ipotetico arrivo di un iPhone SE di seconda generazione mai presentato. Arriviamo quindi a subito dopo l’estate, quando abbiamo assistito a quella che abbiamo definito come una rivoluzione. Tutti tre modelli tutti a nostro avviso sono più che interessanti.

iPhone 11 è un prodotto che segue iPhone XR ma che è un perfetto prodotto del marketing. Vende tanto, convince tanto e non ha troppe rinunce. Insomma è l’iPhone che tutti volevamo con un nome che non lo distacca, almeno quest’anno, dai dispositivi premium. Cambia poco rispetto ad iPhone XR, processore e fotocamera a parte, ma Apple è stata brava nel renderlo un prodotto commercialmente parlando nuovo e quindi, nella testa degli utenti, molto appetibile.

iPhone 11

iPhone 11 Pro ed iPhone 11 Pro Max hanno invece recuperato il grande gap nei confronti della concorrenza. Diciamo che i modelli XS non erano stati più di tanto convincenti e che in tal senso le nuove fotocamere e finalmente una batteria degna di nota hanno convinto tutti. In tanti ne hanno parlato bene ed anche la nostra recensione ha confermato come le tre fotocamere siano passate da essere bruttine ad un concetto molto interessante. C’è poco da dire su questi prodotti: convincono e lo fanno nel migliore dei modi con delle performance ottime in ogni contesto.

Lato hardware si può quindi dire che Apple ha ascoltato gli utenti. In questo modo la società ha finalmente puntato alla concretezza richiesta dagli utenti da un paio di anni a questa parte. Mai erano stati tanti gli interrogativi per cui in molti pensavano di passare ad uno smartphone Android per via di fotocamere migliori ed una resa in termini di autonomia che finalmente era più che soddisfacente. Il termine Pro secondo molti è stato abusato, ma gioco forza era necessario dare un appellativo a questi due smartphone per giustificare anche la presenza di iPhone 11. Marketing, puro marketing alla fine.

ios 13.2 beta 4

Spostiamoci ora ad iOS 13. Sulla carta si potrebbe pensare al più classico dei compitini. In parte potremmo dire che è così vista che la maggior parte della concentrazione degli ingegneri di Apple ci è spostata su iPad ed iPadOS 13. Anche per questa versione del software dire che si trattava sin da subito di una versione stabile e super concreta è un azzardo. Ci sono voluti diversi aggiornamenti e non poche correzioni generali al fine di ottenere il sistema operativo stabile che usiamo oggi. È senza dubbio migliorata l’esperienza generale e la fluidità di passaggio da un’applicazione ad un’altra ma quest’anno ci è voluto un po’ di tempo a differenza ad esempio di iOS 12 che fu pronto sin da l’inizio. Con questo non diciamo che iOS 13 non sia stato un grosso passo in avanti. Ci aspettiamo però un iOS 14 che possa ritornare a mettere l’iPhone al centro del suo sviluppo lasciando poi la versione successiva ad iPad.

Ed il 2020?

In tal senso ci sono tante domande e tante risposte che arriveranno secondo noi a tempo debito. Nuovamente non possiamo non parlare di iPhone SE 2 che sembra più che mai destinato ad avere un futuro nella gamma dei prodotti di Cupertino andando a sostituire quello che oggi è iPhone 8 ed il suo prezzo di ingresso.

Sugli iPhone 12 invece c’è tanta carne al fuoco a partire dalle novità relative al 5G. Sarà questo l’anno ed ormai è palese dalle tante informazioni che sono trapelate. Diremo addio anche al notch così grande, con qualche prima avvisaglia che è già apparsa di recente e che non dovrebbe più di tanto stravolgere il design finale degli smartphone. Il progetto sarà nuovo con un telaio ed una scocca che potrebbe essere un favoloso ritorno al passato con delle linee squadrate in stile iPhone 4. Lato iPhone non possiamo non dire che si è trattato di un anno super positivo per Apple che ha finalmente recuperato su tutta la concorrenza arrivando ad avere una serie di prodotti per tutte le fasce di mercato e che sono stati in grado di raggiungere ogni genere di clientela. Ad oggi c’è la line-up più interessante degli ultimi anni nonché una base di partenza per un 2020 ancora più elettrizzante.

E la vostra esperienza? Siamo curiosi di sapere quale potrebbe essere il vostro bilancio generale del mondo iPhone per questo 2019. È positivo? Negativo? Fatecelo sapere qui sotto nei commenti.

Editoriali