Recensione: Satechi R1 Mobile, lo stand perfetto per iPad e non solo

Da ormai quasi un mese sto giocando con questo stand R1 di Satechi che finalmente risponde a più di un utilizzo.

Satechi è un brand che abbiamo imparato a conoscere nel corso di questi anni anche sulle pagine del nostro sito. Abbiamo testato non pochi prodotti dell’azienda che ci sono spesso piaciuti per via delle affinità con il mondo Apple dal punto di vista estetico e per via della loro grande qualità. Questo stand per tablet, il modello R1 Mobile nello specifico, non è da meno. Posso dire, sebbene siamo in apertura di questa review, che si tratta di un prodotto che può cambiare il vostro modo di utilizzo del tablet di Apple.

Recensione Satechi R1 Mobile3

All’interno della confezione di vendita non troviamo null’altro se non il nostro supporto. Peccato perché, essendo pensato per la mobilità e realizzato in metallo, quindi soggetto a righe e/o botte, poteva essere inclusa una piccola custodia dedicata al trasporto. Nulla di eccezionale sia chiaro eh, anche un semplice sacchetto in tessuto morbido in cui riporlo senza pensarci più di tanto. Invece ho dovuto sempre fare attenzione a dove lo andavo a riporre per evitare di rovinarlo tanto da dovergli trovare io un piccolo sacchetto. È talmente bello a livello estetico che, lo ammetto, mi dispiacerebbe trovarlo rigato o ammaccato. Il materiale con cui è realizzato offre sin dal primo impatto una gran bella sensazione di robustezza che non posso negare si sparge poi su tutto il resto del prodotto.

Recensione Satechi R1 Mobile3

Una volta parlato di questo primo approccio non possiamo che andare ad analizzare il suo aspetto centrale: l’essere flessibile. Satechi ha infatti realizzato uno stand composto da tre differenti parti ognuna delle quali si potrà andare a ripiegare a seconda dell’uso o della modalità di trasporto. La base è la parte di più grandi dimensioni per via della sua ricerca della stabilità generale e dello scarico del peso del prodotto.

Un iPad Pro 12,9 viene retto tranquillamente e non si ribalta, a patto di non esagerare con le inclinazioni sia chiaro. Sempre sulla base è appiccicata una serpentina in gomma che riesce ad avere parecchio grip su ogni genere di situazione. Non parlo di un prodotto non più rimovibile una volta messo su un pianale, ma nemmeno di uno di facili cadute al minimo tocco. Per quanto riguarda invece la seconda piastra, trovo intelligente il fatto che sia stata realizzata con un foro al suo interno che, per me, ha un duplice scopo. Prima di tutto permette di risparmiare, seppur poco, un po’ di peso. In secondo luogo poi c’è la possibilità di far passare un cavo magari per la ricarica del nostro dispositivo. Infine abbiamo il terzo elemento, quello che accoglierà il tablet o lo smartphone in questione. Anche qui c’è una cura nei dettagli non da poco con tutti gli inserti in plastica gommata che non permettono di arrecare graffi o righe. Certo non si tratta di una soluzione definitiva, però un rimedio carino e che fa il suo.

Recensione Satechi R1 Mobile

Vi parlo del meccanismo di chiusura ed apertura in generale perché qui sta il suo vantaggio rispetto alla concorrenza. La piastra superiore è in grado di ripiegarsi su sé stessa e di chiudersi perfettamente all’interno della piastra base e quella di mezzo. In questo modo lo spessore finale è di un paio di centimetri abbondanti una volta riposto. Spostandoci invece alla fase di apertura, come detto si possono studiare varie e diverse angolazioni con l’unica richiesta che rimane intrinseca alla valutazione complessiva del peso del prodotto. Trovata la giusta quadra dal quel punto di vista potrete andare a riporre fino ad un tablet da 13 pollici senza alcun tipo di problema. Non è estremamente leggero, siamo sui 300 grammi circa, complici i materiali utilizzati. Nel complesso, questo suo non peso piuma può avere un discreto impatto se vi portate dietro una semplice sleeve case con dentro il vostro tablet. Mentre nello zaino posso dire che non ci sono problemi da questo punto di vista, anzi quasi non ve ne accorgerete a mio avviso.

Recensione Satechi R1 Mobile3

Conclusioni:

La sua estrema flessibilità è il più grosso vantaggio di questo Satechi R1 Mobile. Il costo è più alto della concorrenza con un listino di circa 31 euro che può anche risultare il doppio, in alcuni casi. Tuttavia vale il discorso fatto in apertura sull’azienda e sulla qualità del prodotto. Non mi sono mai trovato in difficoltà con questo stand, nemmeno quando doveva sorreggere 1200 euro di tablet delicato come l’iPad Pro 2018.

Quella sicurezza nel suo utilizzo unita alla facilità di trasporto mi hanno permesso di cambiare il mio setup lavorativo quando sono fuori casa e di godermi il tablet di Apple come tablet e non come macchina da scrivere con quelle pesantissime cover -tastiera enormi e spesso ingombranti. Io ho sempre fatto riferimento ad un tablet, ma sia chiaro che si può tranquillamente sfruttare anche per uno smartphone. Ovviamente sta a voi scegliere questo modello per entrambe le categorie di prodotto ma leggermente più ingombrante della media, oppure qualche cosa di più compatto ma con utilizzo limitato a solamente uno fra tablet o smartphone. Si può avere in differenti colorazioni che riprendono a pieno le due classiche offerte da Apple per gli iPad Pro ed i MacBook: Space Gray e Silver. In conclusione posso dire che anche in questo caso, vale il detto secondo cui è meglio spendere qualche cosa in più per avere un prodotto migliore, realizzato complessivamente meglio e con molte più funzionalità a sua disposizione.

7,5

Lo stand R1 Mobile di Satechi è un ottimo prodotto, ben realizzato e che fa della flessibilità il suo grande punto di forza

  • Design
    8
  • Utilità
    8
  • Compatibilità
    7
  • Prezzo
    7
Recensioni