Perché la Bad Robots di J.J. Abrams ha rifiutato l’accordo con Apple TV+?

Un nuovo articolo di The Hollywood Reporter fa luce sui motivi che hanno spinto il regista e produttore J.J. Abrams a rifiutare un accordo con Apple per la creazione di nuovi contenuti con la sua casa di produzione Bad Robot.

Secondo le fonti citate nel report, Abrams e sua Moglie Katie McGrath volevano poter vendere i contenuti prodotti dalla Bad Robot anche ad altre società. Apple, invece, voleva che l’azienda producesse serie TV e film da distribuire esclusivamente su Apple TV+. Alla fine, Abrams ha deciso di stipulare un accordo con WarnerMedia, malgrado l’offerta fosse molto inferiore rispetto a quella presentata da Apple.

Per Abrams era più importante poter avere la libertà di distribuire i propri contenuti su più piattaforme, piuttosto che ricevere cifre maggiori da parte di Apple. Tra l’altro, nell’accordo con WarnerMedia, la Bad Robots si riserva molto spazio per il marchandising che, potenzialmente, potrà fruttare milioni di dollari.

Stando alle prime indiscrezioni, sembra che Apple avesse offerto 500 milioni di dollari alla Bad Robots per la creazione di diversi contenuti esclusivi e originali da distribuire su Apple TV+.

In ogni caso, J.J. Abrams sta comunque producendo alcune serie TV per Apple TV come “Little Voice”, “My Glory Was I Had Such Friends” e l’adattamento del romanzo di Stephen King novel “Lisey’s Story.”

News