Come collegare memorie esterne ad iPhone e iPad con iOS 13 e iPadOS

Con iPadOS e iOS 13 Apple ha finalmente aggiunto il supporto alle memorie di storage esterne tramite collegamento USB-C o Lightning.

Le limitazioni su iPhone

Anche se durante il keynote della WWDC 2019 Apple ha parlato soltando di iPadOS, il supporto alle memorie esterne è attivo anche su iOS 13 e iPhone anche se con qualche limitazione, come riportato da AppleInsider. Quando, infatti la capacità delle memorie esterne è troppo grande e richiede quindi più energia, su iOS compare un avviso che spiega la situazione e non fa quindi attivare il collegamento. Come soluzione è possibile utilizzare il kit USB 3 di Apple che offre una porta USB-A 3.0 e un ingresso LIghtning. Questo kit non è in grado di risolvere tutti i problemi con il collegamento agli storage esterni su iPhone, visto che HDD e SSD esterni non sono supportati su iOS 13.

Quindi al momento, su iOS 13 beta 1, le chiavette USB e le schede SD funzionano in modo ottimale all’interno dell’app File, ma dispositivi come gli hard disk esterni no. È possibile che Apple possa cambiare le cose durante con le prossime beta.

LEGGI ANCHE: Tutte le novità di File su iPadOS e iOS 13

Su iPad il supporto è totale

iPad sta diventando sempre più importante per Apple e per i professionisti, per questo iPadOS è stato strutturato in modo tale da supportare non solo schede SD e chiavette USB, ma anche dischi rigidi portabili e SSD. E’ anche possibile collegare i dischi fissi senza alcun problema con o senza adattatore.

Una volta collegato un disco esterno, viene aperta l’app File dove è possibile aprire e gestire tutti i file. Potremo quindi aprire un documento memorizzati sull’hard disk esterno o spostare una foto e salvarla nella memoria locale dell’iPad.

Con iPadOS è anche possibile comprimere e decomprimere i file senza dover utilizzare app terze. Sono inoltre disponibili azioni rapide per ruotare le immagini o effettuare altre azioni specifiche sui file. Inoltre, Safari su iOS 13 e iPadOS può indirizzare i download direttamente sulle unità esterne, piuttosto che nella memoria locale di iPhone o iPad.

Ufficialmente, iPadOS supporta i dispositivi di archiviazione ExFAT, FAT32, HSF + e APFS anche se il supporto APFS è assente nella prima beta.

Guide