Intel si tira fuori dal mercato dei chip 5G dopo l’accordo tra Apple e Qualcomm

17 aprile 2019 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Prima “vittima” dell’accordo raggiunto ieri tra Apple e Qualcomm: Intel ha annunciato che uscirà definitivamente dal mercato dei chip modem 5G per smartphone, dopo i primi investimenti spesi principalmente per soddisfare le richieste di Apple.

In un comunicato stampa diramato in queste ore, Intel fa sapere che uscirà dal business dei modem 5G per smartphone e che si concentrerà solo sulle infrastrutture di rete dedicate proprio a questa tecnologia.

L’azienda afferma che sta ancora valutando l’opportunità di realizzare modem 4G e 5G per PC e per i dispositivi Internet of Things. Intel continuerà comunque a “portare a termine gli impegni con gli attuali clienti relativamente alla produzione dei modem per smartphone”, chiaro riferimento ai chip 4G che vengono ancora prodotti per gli iPhone.

In definitiva, però, Intel non continuerà ad investire nei chip modem 5G il cui lancio era atteso nel 2020. L’azienda si tira fuori da questo mercato a poche ore dall’accordo raggiunto un po’ a sorpresa tra Apple e Qualcomm.

Il CEO di Intel, Bob Swan, ha affermato che Intel non prevede “percorsi di redditività e ritorni positivi nel business dei modem per smartphone” e che l’azienda si concentrerà sulle infrastrutture di rete 5G

Fino a pochi giorni fa, Intel era una delle maggiori candidate per la fornitura dei chip modem 5G da utilizzare sugli iPhone 2020. Ieri, però, Apple e Qualcomm hanno raggiunto un accordo di fornitura che durerà per almeno 6 anni, tagliando quindi fuori tutta la concorrenza che sperava di avere Apple come cliente.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.