Apple disabilita le FaceTime di gruppo: un bug permetteva di ascoltare il destinatario prima che rispondesse

29 Gennaio 2019 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Apple è dovuta ricorrere subito ai ripari disabilitando lato server le FaceTime di gruppo, dopo la scoperta di un bug che, in alcuni casi, permetteva a chi chiamava di ascoltare il ricevente ancor prima che rispondesse.

In questo momento, le FaceTime di gruppo (sia video che audio) sono disabilitate e non è quindi possibile utilizzarle né da dispositivi iOS, né da Mac. Apple fa sapere che entro fine settimana il bug sarà corretto e il servizio verrà ripristinano, ma non sono stati forniti altri dettagli.

Il bug di FaceTime permetteva di ascoltare l’audio della persona che stavi chiamando, ancor prima che il ricevente rispondesse. In pratica, per qualche motivo il microfono del destinatario della chiamata si attivava prima del previsto, causando non pochi problemi per la privacy.

Nello specifico, per sfruttare questo bug bastava avviare una chiamata FaceTime con qualcuno dei propri contatti, scorrere verso l’alto e scegliere di aggiungere una nuova persona inserendo il suo numero di telefono. Da quel momento in poi, quest’ultimo destinatario veniva inserito a sua insaputa nella chiamata senza aver effettuato alcuna operazione e ancor prima di poterla accettare.

Tra l’altro, sembra che diversi utenti avessero segnalato il problema già da un paio di settimane.

Il bug è ancora presente, per questo Apple ha deciso di disabilitare momentaneamente le chiamate di gruppo su FaceTime.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.