Fotografi professionisti contro Apple: “Dovrebbe pagare per le foto della campagna Shot on iPhone”

23 Gennaio 2019 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Ieri, Apple ha annunciato un concorso per trovare i dieci migliori scatti realizzati con iPhone dagli utenti di tutto il mondo. Le immagini selezionate saranno utilizzate in tutto il materiale marketing dell’azienda, dal web ai cartelloni pubblicitari. Una scelta che ha fatto storcere il naso a qualche fotografo professionista.

In particolare, un fotografo professionista ha inviato una lettera a Tim Cook, poi condivisa anche su Reddit. Nella lettera, il fotografo fa presente che Apple utilizzerà queste foto in tutto il mondo per campagne marketing che dureranno un anno intero e che, proprio per questo motivo, i vincitori dovrebbero essere premiati con somme di denaro e non solo con i semplici credit fotografici in cambio della proprietà commerciale esclusiva di ogni singola immagine.

Il fotografo Trevor Mahlmann suggerisce una commissione di 10.000$ per singola per foto, visto che quelle immagini serviranno proprio a vendere più iPhone. Una somma giustificata anche dal fatto che quelle foto, una volta selezionate e utilizzate da Apple, non potranno essere concesse in licenza a nessun altro

Nel presentare il concorso, infatti, Apple spiega che “Se la tua foto viene scelta per apparire su un’affissione esterna, acconsenti altresì a concedere a Apple l’esclusivo uso commerciale della foto per tutta la validità della licenza”.

Alcuni non sono però d’accordo con la tesi di Mahlmann. Qui, infatti, Apple si rivolge a fotografi amatoriali che sarebbero felicissimi di vedere il loro nome associato a foto che fanno il giro del mondo. Se Apple avesse offerto premi in denaro, avrebbero sicuramente partecipato anche fotografi professionisti, togliendo qualsiasi speranza a tutti gli altri. Insomma, se Apple avesse voluto un fotografo professionista, avrebbe semplicemente selezionato, contattato e pagato i migliori.

Cosa ne pensate?

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.