Le migliori app di music streaming per iPhone

In attesa che Apple lanci il nuovo Beats Music, in Italia sono già disponibili diversi servizi di musica streaming che, a fronte di varie tipologie di abbonamento, permettono di ascoltare milioni di brani direttamente su iPhone. In questo articolo andremo a vedere tutte le alternative presenti sul mercato.

Schermata 2015-04-03 alle 13.53.09

Spotify

VEDI SU APP STORE

touch preview spotify

Spotify è un servizio musicale grazie al quale è possibile ascoltare in streaming tantissimi brani di varie case discografiche ed etichette indipendenti, incluse Sony, EMI, Warner Music Group e Universal.

Su iPhone, la riproduzione è gratuita ma solo in “Shuffle mode”, cioè in riproduzione casuale. Gratuitamente possiamo quindi ascoltare solo  le nostre playlist, quelle create da altri utenti a cui siamo iscritti, e tutta la musica in catalogo, comprese le novità, ma senza possibilità di scegliere un brano specifico. Per poter riprodurre un brano singolo a richiesta bisogna sottoscrivere un abbonamento premium a 9,99€ al mese.

Il database presenta oltre 30 milioni di brani, difficile trovare di meglio in giro. Da non dimenticare anche la perfetta integrazione con Shazam.

L’abbonamento senza limiti, e con possibilità di ascoltare offline i brani, abbiamo detto che costa 9,99€ al mese. Su iPad e computer, l’opzione gratuita è senza limiti, ma con messaggi pubblicitari. Presente anche un’offerta family: se si sottoscrive un altro abbonamento nello stesso nucleo familiare, il prezzo per tutte le attivazioni successive alla prima è di 4,99€ al mese.

Rdio

[app 335060889]

Schermata 2015-01-22 alle 02.46.32

Rdio funziona proprio come Spotify e consente di ascoltare in streaming milioni di brani musicali. Il servizio prevede un periodo di prova gratuito pari a 14 giorni, superati i quali bisogna pagare un abbonamento pari a 4,99€ al mese se si vuole sfruttare Rdio su Mac e Pc, e di 9,99€ se si vuole sfruttare il servizio anche su mobile. Quest’ultimo abbonamento, di tipo premium, prevede anche la possibilità di ascoltare le playlist selezionate in modalità offline.

Il database include 32 milioni di brani. L’interfaccia dell’app è forse migliore per fruibilità e design rispetto a quella di Spotify. Tante le opzioni per scoprire nuovi brani e gestire le playlist, ma mancano alcune esclusive presenti solo su Spotify.

Deezer

[app 292738169]

Schermata 2015-01-20 alle 02.15.45

L’applicazione Deezer è molto valida e permette di scoprire, condividere e ascoltare tutta la musica che vuoi, direttamente su iPhone e in streaming.

Con l’applicazione Deezer puoi usufruire senza limiti di più di trenta radio tematiche e di migliaia di radio dedicate ai tuoi artisti preferiti, cercare brani e aggiungerli alle tue playlist, ascoltare gli MP3 che hai scaricato dal tuo computer.

Con l’abbonamento di prova gratuito potrai ascoltare solo i primi 30 secondi dei 20 milioni di brani presenti nel catalogo.

Puoi poi passare al livello superiore con Deezer Premium+ (al prezzo di 9,99€ al mese) : 20 milioni di brani da ascoltare senza limiti: la possibilità di creare la tua biblioteca musicale e di ascoltare tutto ciò che vuoi, dove e quando vuoi; anche senza connessione internet/3G, puoi ascoltare tutti i brani scaricati; aggiornamenti  con le ultime uscite, la selezione Deezer, le radio e i consigli dei tuoi amici.

SoundCloud

[app 336353151]

Schermata 2015-04-03 alle 13.35.42

Con SoundCloud puoi ascoltare tantissima musica e contenuti audio, scoprire creazioni musicali nuove e di tendenza, salvare brani e creare playlist. E’ anche possibile seguire amici e artisti. Esplora i feed dei contenuti musicali e audio più popolari, cerca direttamente brani, artisti e altri utenti, segui amici e artisti per ascoltare le loro creazioni condivise, esplora le canzoni per genere, ascolta il tuo stream dovunque tu sia tramite connessione dati o WiFi, riproduci, metti in pausa o salta i brani dalla schermata di blocco

Potrai usare la sezione di esplorazione per trovare i contenuti musicali e audio più popolari, di qualsiasi genere ti venga in mente.

Qui troverai solo brani indipendenti, ma non mancano artisti davvero interessanti da seguire. Il servizio è totalmente gratuito per chi vuole solo ascoltare musica e non pubblicarla. E’ una vera e propria community di appassionati.

Amazon Music

[app 510855668]

Schermata 2015-04-03 alle 13.43.06

Con l’app gratuita di Amazon Music possiamo scaricare o ascoltare in streaming la libreria musicale di Amazon Music dal cloud, o ascoltare la musica che hai già sul tuo dispositivo.

Ad esempio, quando effettui l’accesso per la prima volta, gli MP3 disponibili saranno automaticamente aggiunti alla tua libreria. Anche le versioni MP3 dei CD che hai acquistato su Amazon dal 1998 saranno presenti su Amazon Cloud.

Con questa app puoi:

  • Ascoltare la tua musica in streaming dal cloud
  • Scaricarla in locale per ascoltarla anche offline, cioè senza Wi-fi o rete mobile
  • Creare e modificare le playlist
  • Controllare la musica direttamente dal salvaschermo

Il servizio è totalmente gratuito per gli utenti Amazon Prime. Il database contiene circa 1 milione di brani.

Google Play Music

[app 691797987]

Schermata 2014-11-01 alle 01.57.14

Google Play Music ti consente di trovare, ascoltare e condividere più facilmente la tua musica preferita ovunque ti trovi. Con il nuovo servizio Unlimited puoi ascoltare milioni di brani, una radio personalizzata senza limiti e trovare altra musica che ti piace.

Con entrambi i servizi Unlimited e Standard, l’app Google Play Music ti consente di ascoltare la tua raccolta musicale ovunque. Tutta la musica è memorizzata online, quindi non devi preoccuparti della sincronizzazione, dello spazio di archiviazione o della riproduzione offline. Puoi ascoltare la musica senza problemi su qualsiasi dispositivo e sul Web.

E’ possibile aggiungere fino a 50.000 brani sul proprio account. La versione Unlimited costa 9,99€ al mese.

Napster

[app 585858244]

Schermata 2015-04-03 alle 13.49.41

Grazie d accordi con alcuni operatori, Napster  offre un nuovo servizio a pagamento per ascoltare musica in streaming da qualsiasi dispositivo collegato ad internet.

Per usufruire di Napster è sufficiente iscriversi sulla pagina ufficiale e per i primi 30 giorni sarà possibile ascoltare gratuitamente e illimitatamente la musica in streaming tra i milioni di brani già presenti. Dopo il primo mese si potrà decidere di continuare ad usufruire del servizio pagando 9.99€ al mese: con questo abbonamento potrete ascoltare qualsiasi brano senza limiti e da qualsiasi dispositivo e anche in modalità offline. E’ infatti possibile archiviare le tue canzoni preferite sul tuo smartphone e sul tuo tablet, così potrai ascoltarle anche quando sei offline

iTunes Radio

itunes_radio__come_funziona_3449

Anche se non è un vero e proprio servizio di musica streaming, iTunes Radio è integrato nell’app Musica di iOS e permette di ascoltare in streaming milioni di brani a mo’ di stazioni radio.

Il servizio mette poi a disposizione dell’utente delle stazioni radio virtuali predefinite e consente di aggiungerne di nuove scegliendo il genere musicale da riprodurre.

Dopo aver iniziato a riprodurre un brano, in qualsiasi momento si potrà passare a quello successivo (casuale, in base al genere). Non si potrà, invece, tornare indietro, ma prima di passare al brano successivo si potrà scegliere, tramite il simbolo a stella, di riprodurre elementi simili o di non riprodurre più il brano in questione, oppure ancora di aggiungere il brano alla lista dei desideri di iTunes.

Come dicevamo, oltre alle stazioni in primo piano, l’utente potrà anche scegliere quale radio aggiungere alla Home di iTunes Radio, in base alle proprie preferenze.

Il servizio è gratuito.

Conclusioni

Ad oggi, la scelta migliore per qualità audio, database e funzionamento su più piattaforme cade su Spotify. Google Play Music è una buona alternativa per chi vuole risparmiare spazio sul proprio iPhone e ascoltare i propri brani già presenti su computer, mentre Rdio è la migliore per usabilità e interfaccia, ma manca di qualche esclusiva.

Gli altri servizi offrono bene brani o meno funzioni, tralasciando ovviamente iTunes Radio che è un discorso a parte e può essere sfruttato su qualsiasi iPhone.

 

Approfondimenti