Garmin Vivosmart – Un braccialetto per il fitness “intelligente” [VIDEO]

Ce ne sono tantissimi, e ne arrivano sempre di più. Parliamo dei wearables dedicati al fitness e all’attività fisica. Tantissimi di questi braccialetti (o fitness band) sono disponibili sul mercato e tanti ne arriveranno ancora. Ma noi vogliamo focalizzarci solo su quelli più interessanti. E oggi, per la categoria braccialetti interessanti, vi parliamo del Vivosmart di Garmin, un dispositivo che è intelligente perchè ci permette di ricevere anche le notifiche al polso, più o meno come uno smartwatch.

Iniziamo subito dalla prima cosa che ci siamo chiesti: è un dispositivo per il fitness o è uno smartwatch? Allora, è principalmente un dispositivo per il fitness anche se è smart. E’ smart perchè ci fornisce sul display tutte le informazioni su calorie, passi, obiettivi, ecc e ovviamente anche le notifiche provenienti dal nostro iPhone. Non è uno smartwatch perchè non ci permette di interagire con le notifiche ma ce le fa solo visualizzare.

DSC_0005_1080x720

Il design del braccialetto è molto semplice, con una linea morbida e leggera e non particolarmente vistosa. E’ disponibile in alcune varianti di colore (noi abbiamo testato la versione purple) e in due varianti di cinturino (S e L). Parliamo subito del cinturino realizzato in gomma/silicone. La misura perfetta per la chiusura si trova subito perchè sono disponibili tanti fori nei quali andare ad agganciare l’altra parte del braccialetto.

DSC_0008_1080x720

Indossare il Vivosmart è molto semplice, come anche toglierlo, ma se la nostra preoccupazione è che la chiusura non tenga, possiamo usare un accessorio incluso nella confezione che chiude ancora meglio il cinturino. La parte centrale, dove si trovano i sensori e il display è decisamente più dura ma è ricoperta sempre dalla stessa gomma del cinturino e quindi resta comoda addosso. Il Vivosmart è resistentissimo perchè è molto flessibile ai bordi del cinturino quindi potrete anche togliervelo rapidamente “strapazzandolo” un po’. E poi potrete anche usarlo mentre fate la doccia (se vi da fastidio toglierlo prima) o mentre nuotate perchè è impermeabile fino 5ATM (ovvero 50 metri).

DSC_0009_1080x720

Parliamo un po’ di misure e display. Il cinturino S misura da 127 a 172 millimetri, mentre quello L da 155 a 221 millimetri. Il dispositivo pesa in totale circa 19/20 grammi. Lo schermo è un OLED touch screen da 128 x 16 pixel ovviamente non a colori. Focalizziamoci un attimo sullo schermo: il display OLED si vede anche al sole, nella maggior parte dei casi e solo se la luminosità scelta da noi per il Vivosmart non è troppo bassa. Con una luminosità piena si riesce a vedere il braccialetto anche sotto la luce del sole e questa è una cosa positiva.

3_1080x720

Luminosità 3

4_1080x720

Luminosità 4

5_1080x720

Luminosità 5

Meno positivo però è il consumo di batteria per la luminosità elevata e per le svariate notifiche che il Vivosmart riceve. Se abbiamo un dispositivo collegato via Bluetooth (come un iPhone ad esempio) potremo quindi ricevere le notifiche sul display al nostro polso. Non potremo gestirle ma solo leggerle. Purtroppo è questa funzionalità, legata anche alla vibrazione del Vivosmart a consumare parecchia energia. Sul sito ufficiale di Garmin la batteria viene presentata come capace di resistere circa 7 giorni, ma se le notifiche sono parecchie e la luminosità è al massimo allora l’autonomia decresce. Nel nostro caso abbiamo registrato un massimo di 3 giorni con tante notifiche e luminosità massima, mentre con luminosità ridotta 4 giorni. Il caricabatterie è proprietario ed è una pinza nella quale alloggiare il Vivosmart in corrispondenza di alcuni contatti che permettono la ricarica.

DSC_0014_1080x720

DSC_0010_1080x720

Parliamo delle varie schermate sul display: c’è la schermata per l’ora e la data, quella per le calorie bruciate, quella che riepiloga i passi fatti, quella che ci mostra una barra motivazionale che ci spinge a non rimanere fermi per più di un lasso di tempo, quella che ci fornisce l’obiettivo giornaliero, ecc. Tutte queste schermate sono personalizzabili dall’app di Garmin Connect. Ancora, facendo un tap prolungato potremo accedere alla modalità sonno, a quella che ci permette di cronometrare un’attività fisica e a tante opzioni aggiuntive come la sincronizzazione forzata oppure la ricerca del nostro smartphone se perso di vista ma ancora connesso via bluetooth.

Ecco le varie schermate:

DSC_0023_1080x720 DSC_0024_1080x720 DSC_0025_1080x720 DSC_0026_1080x720 DSC_0027_1080x720 DSC_0028_1080x720 DSC_0029_1080x720 DSC_0030_1080x720 DSC_0031_1080x720 DSC_0032_1080x720

Garmin Connect è l’app di Garmin per iOS che si interfaccia con svariati accessori, tra i quali anche il Vivosmart. In questo caso possiamo vedere tutte le informazioni relative al nostro stato di attività, al nostro sonno, alle calorie, ai passi e anche agli obiettivi direttamente dallo smartphone. L’app si integra con MyFitnessPal per l’aggiunta dei cibi e delle calorie (questo è uno dei punti più importanti dell’app) e con Salute di Apple per l’inserimento e la lettura dei dati relativi ai passi, alle calorie e alla distanza camminata+corsa.

Però c’è da dire che il monitoraggio del sonno poteva essere migliorato. Innanzitutto non abbiamo informazioni sulla qualità del sonno, sulla fase REM, sulle ore di sonno leggero e quelle di sonno profondo, ma abbiamo solo un grafico che ci mostra quanto ci siamo mossi durante la notte. E manca anche l’integrazione dei dati del sonno con Salute di Apple. Per chiudere in bellezza il quadretto “sonno” manca anche una sveglia intelligente “smart” che ci sveglia nell’intervallo scelto quando siamo più propensi a svegliarci evitando dei risvegli traumatici (funzionalità quasi indispensabile una volta che la si prova).

In ogni caso l’app di Garmin funziona molto bene, i dati sono precisi e mi ha colpito molto come vengono gestite le calorie (con una facilità disarmante rispetto a tanti competitors). Ancora, anche l’aggiunta manuale delle attività fisiche è ottima e funziona molto bene (anche la stima delle calorie bruciate).

Il braccialetto non possiede sensori cardiaci ma è pronto a ricevere e a mostrare informazioni relative alla frequenza cardiaca e ai battiti. Come? Associando una fascia per il monitoraggio cardiaco di Garmin (si può anche acquistare in accoppiata con il Vivosmart). Le informazioni cardiache appaiono anche in Garmin Connect.

Insomma, nel complesso un ottimo dispositivo, preciso e che si comporta molto bene. Peccato per le poche funzionalità relative al sonno e per la batteria. I suoi punti di forza risiedono nelle notifiche e nell’impermeabilità, oltre che nella precisione e nell’ottima gestione dell’app. Il Garmin Vivosmart è disponibile a 169€ sul sito di Garmin che alleghiamo qui.

Accessori